Turismo, Coldiretti: agosto resta mese preferito per partire

Se è vero che la crisi ha tagliato drasticamente le vacanze degli italiani, è altresì vero che resta intatta l’abitudine di concentrare le ferie (poche) nel mese di agosto. Secondo un’analisi della Coldiretti su dati Ipr marketing nel primo grande esodo dell’estate, emerge che il 51% degli italiani ha scelto di trascorrere le ferie nel mese di agosto che si conferma il preferito dai vacanzieri con oltre 18 milioni le famiglie italiane che trascorreranno almeno un giorno di vacanza fuori casa durante l’agosto 2013.

Tuttavia, sono finiti i tempi del ‘bollino nero’ su strade a autostrade. Come mai? Presto detto: “Le partenze di agosto – sottolinea la Coldiretti – costano care ai vacanzieri che sono costretti ad affrontare le tariffe dell’alta stagione che nelle strutture ricettive e nelle varie attività di svago possono essere pari anche al doppio di quelle degli altri periodi dell’anno”.

Qualche modo per risparmiare però c’è: andare in avcanza in bassa stagione, ad esempio, come ha fatto il 18% degli italiani oppure accettare una stella in meno o a passare da un albergo alla pensione. La tendenza – conclude la Coldiretti – premia l’agriturismo dove alloggeranno il 9 per cento degli italiani in vacanza perchè garantisce un ottimo rapporto prezzo qualità e che, proprio per contenere le spese, viene scelto dal 46 per cento degli ospiti attraverso internet su siti come www.terranostra.it o www.campagnamica.it.

Comments are closed.