Turismo religioso, Adoc: incoraggiare le visite a Roma

I dati sulle prenotazioni alberghiere nel periodo di Pasqua devono farci riflettere sull’importanza del turismo religioso. A sostenerlo Lamberto Santini, presidente dell’Adoc, secondo cui il “turismo religioso va fatto conoscere e va diffuso, occorre sviluppare e migliorare le strutture ricettive e culturali, farli diventare dei business strategici, in grado di attrarre turisti in tutte le stagioni, soprattutto gli stranieri”.

“Roma è la più importante meta religiosa del mondo cattolico, ogni anno viene visitata da circa 16 milioni di pellegrini, dei quali circa il 40% è rappresentato da stranieri. E nei prossimi mesi il numero dei visitatori per motivi di fede crescerà del 20% mentre per le prossime vacanze pasquali è atteso un numero di turisti e pellegrini superiore del 30% rispetto allo scorso anno” spiega il Presidente che conclude auspicando “che i nuovi organi di Governo di Regione e Comune seguano la strada già tracciata da altre Regioni come il Veneto, che ha realizzato itinerari religiosi ad hoc o da Associazioni come Civita”.

Comments are closed.