Vacanza rovinata, MDC: disabile viene risarcito da Costa Crociere e Air Italy

Di solito in vacanza si va per divertirsi e rilassarsi e non per vivere qualche esperienza disastrosa. Per questo i diritti del turista dovrebbero essere intoccabili. Purtroppo spesso non è così e la vacanza rovinata rischia di trasformarsi in un vero e proprio danno (economico oltre che morale) a carico del consumatore. Ma a volte i diritti di chi ha subito un disagio vengono riscattati. E’ successo ad un cittadino che a luglio 2008 ha fatto una crociera “Costa Mediterranea – Le terre dei Vichinghi”, da Malpensa a Copenaghen.

Durante la vacanza la sua carrozzina elettrica ha subito dei danni che hanno compromesso inevitabilmente la crociera. Dopo essersi rivolto al Movimento Difesa del Cittadino, il consumatore ha ottenuto un risarcimento di 2260,48 euro. Il Giudice di Pace di Modena ha stabilito, in seguito ad accertamenti e testimonianze, che i danni subiti dalla sedia a rotelle del passeggero si sono verificati durante l’imbarco o nel successivo trasferimento dal luogo di partenza e ha condannato al risarcimento in egual misura Air Italy S.p.a., ATA Handling, la società addetta ai servizi bagagli aeroportuali, e Costa Crociere. Non essendo possibile valutare precisamente la responsabilità dell’una o dell’altra compagnia, il Giudice ha condannato tutte le società coinvolte, al risarcimento dei danni alla sedia a rotelle, quantificati in 1260,48 euro, e dei danni da vacanza rovinata, quantificati in 1000 euro.

“Ogni anno sono tantissimi i casi di vacanze rovinate, – dichiara Gianni Ricciuti, responsabile del Dipartimento Turismo del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) –  per disservizi o altri problemi,  questa sentenza rappresenta una vittoria per il cittadino che non ha potuto usufruire della propria carrozzina al 100% e quindi non ha potuto godere pienamente della vacanza. Il risarcimento ci sembra il minimo visti i disagi, anche morali, che il nostro assistito ha dovuto subire per l’impossibilità di muoversi liberamente”.

 

Comments are closed.