Vacanze, Adoc: 5% viaggia con coupon, ma i disagi non mancano

Vacanze low cost, vacanze mordi e fuggi, vacanze con i coupon. In tempi decisamente di magra, in cui tutte le previsioni turistiche indicano viaggi in calo, vacanze per pochi e grande attenzione al risparmio, il 5% degli italiani in partenza viaggerà con un coupon acquistati sui siti dei gruppi d’acquisto come Groupon, Groupalia e Letsbonus. È quanto indica una stima dell’Adoc, che sottolinea come si tratti di offerte vantaggiose che presentano però degli inconvenienti: circa un terzo dei consumatori lamenta infatti difficoltà nella fruizione del pacchetto acquistato.

Le offerte sono economicamente vantaggiose ma attenzione alle truffe, ammonisce l’associazione dei consumatori. I gruppi d’acquisto online registrano un vero e proprio boom anche per l’appeal delle offerte che propongono, economicamente vantaggiose, ma qualche difficoltà c’è: gli acquirenti lamentano talvolta l’impossibilità di effettuare il soggiorno nel periodo desiderato (può accadere che si prenoti per Ischia ma che l’albergo risponda che non ci sono disponibilità fino a novembre) oppure la difficoltà di avere il rimborso di quanto pagato.

Spiega nel dettaglio il presidente dell’Adoc Lamberto Santini: “Il crescente successo di questi siti si è allargato anche ai viaggi, stimiamo che il 5% degli italiani quest’estate viaggerà con un coupon acquistato online. La costante crisi in cui versiamo sta costringendo i consumatori a trovare vie alternative per godersi le proprie ferie estive e la possibilità di risparmio offerta dai gruppi d’acquisto online, mediamente del 35% con punte fino al 90%, spinge molti cittadini a orientarsi verso questa scelta. Scelta che però presenta anche dei rischi e rischia di trasformarsi in un “incubo”, poiché circa il 30% degli acquirenti dei pacchetti di viaggio lamenta delle difficoltà, legate all’impossibilità di prenotare il volo e/o il soggiorno nel periodo desiderato (nel 55% dei casi), al diverso trattamento ricevuto rispetto ai “non-couponisti” (nel 30% dei casi) o alla difficoltà nell’ottenere il rimborso di quanto speso (nel 15% dei casi). Per questo abbiamo ritenuto opportuno stilare e diffondere un utile e semplice vademecum da seguire prima di acquistare viaggi online”.

Riportiamo dunque le indicazioni stilate dall’associazione per cercare di approfittare delle offerte senza incappare nei disagi. 

Analizzate l’offerta nei dettagli indicati, assicurandovi che vi sia corrispondenza tra quanto promesso e quanto effettivamente previsto (es. extra, tasse aeroportuali escluse/incluse, volo, colazione).

Verificate l’esistenza di un numero di telefono per prenotare e per, eventualmente, ottenere assistenza, oltre all’email.

Confrontate l’offerta prescelta con i costi reali della struttura d’alloggio e del volo.

E’ buona regola confrontare più offerte, sia su siti simili sia direttamente con la compagnia aerea o la struttura d’alloggio.

Prima di prenotare è opportuno conoscere dettagliatamente la struttura d’alloggio, magari consultando forum o siti dedicati, con i commenti e le recensioni di altri utenti.

Controllate attentamente la scadenza del coupon e i periodi di validità dell’offerta.

Prima di prenotare chiamate direttamente la struttura d’alloggio accertandovi della disponibilità nel periodo prescelto e sulla reale presenza di eventuali agevolazioni per chi prenota con un coupon.

Una volta acquistato il pacchetto prenotate immediatamente la struttura.

 

Comments are closed.