Viaggi di nozze senza crisi, Stati Uniti meta preferita del 2012

La crisi c’è, ma al viaggio di nozze non si rinuncia: il settore, infatti, non sembra risentire del periodo negativo, con un mercato da oltre un miliardo di euro. Circa la metà degli sposi decide di fare la lista nozze in agenzia per permettersi un bel viaggio di nozze. Il web è entrato anche nella luna di miele: le coppie non si accontentano più del catalogo, ma cercano informazioni e racconti di esperienze direttamente su internet.

Le destinazioni preferite? Il 25% degli sposi nel 2012 ha scelto gli Stati Uniti, mentre il 15% ha optato per Australia e Polinesia. In crescita le richieste per il Sud Africa (4%) mentre le crociere di nozze risentono della crisi del settore (8%). La “rivelazione” dell’anno è l’Argentina, un Paese che attira sempre più coppie di neo sposi. È quanto emerge dai dati relativi alle tendenze del 2012 diffusi da CartOrange, in occasione del lancio del nuovo sito www.viaggidinozze.cartorange.com.

Gli sposi italiani sembrano divisi tra Nord e Sud: i primi peferiscono viaggi itineranti, tour di Australia e Stati Uniti in testa, i secondi preferiscono la formula della crociera, scelta da oltre il 13% delle coppie. Il budget? Per un viaggio di nozze negli Stati Uniti ogni coppia spende mediamente 7.500 euro. ; in Australia 11.500, in Polinesia 12.800 e in Sudafrica 7mila.

Soltanto il 5% dei neosposi prenota il viaggio lo stesso mese del matrimonio, mentre la maggioranza lo fa tra i 4 e i 5 mesi prima della partenza. La durata media della luna di miele è due settimane e settembre rimane il mese preferito con il 20% delle partenze, seguito da luglio (18%) e giugno (17%). Comunque, la parola d’ordine nel viaggio di nozze è “personalizzazione” poiché non ci si accontenta più degli itinerari proposti a pacchetto.

Comments are closed.