cappello con visiera

Come allargare un cappello con visiera

I cappelli possono essere un ottimo accessorio per completare un outfit, ma quando si tratta di cappelli per bambini possono anche essere un ottimo modo per proteggere il viso dal sole.

Ma quando la testa del bambino cresce e il cappello comincia ad andare stretto, invece che pensare ad acquistare un nuovo cappello, la soluzione più economica è invece quella di allargarlo.

Per allargare i cappelli con visiera dei bambini non servono strani marchingegni e non serve nemmeno comprare un cappello nuovo, a meno che non si presenti la reale necessità di acquistarne uno nuovo perché ormai il cappello è davvero fin troppo stretto.

I metodi per allargare un cappello con visiera

Il metodo che trovi di seguito, si adatta perfettamente a cappelli con visiera come per esempio quelli da baseball non regolabili o altri simili.

Basterà, infatti, inserire un pallone da calcio all’interno di una busta di plastica, questo serve per evitare che la polvere o lo sporco eventualmente presente sul pallone si trasferisca all’interno del cappello.

Se il pallone è troppo grande si può tranquillamente trovarne uno della giusta misura all’interno dei negozi per articoli sportivi. Tuttavia è possibile utilizzare tutti i palloni gonfiabili come per esempio un pallone da pallavolo o da basket, ma il pallone con cui gioca il vostro bambino sarà più che sufficiente.

Una volta fatto questo è possibile inserire la busta contenente il pallone all’interno del cappello. Cercare di inserire il pallone più all’interno e stretto possibile, in quanto sarà l’oggetto che andrà ad allargare il vostro cappello, accertandosi che il foro per gonfiare il pallone sia facilmente accessibile, perché sarà proprio questo il prossimo passaggio da effettuare.

Una volta gonfiato il pallone con una pompa da pneumatico, potrete notare come il cappello si allarga gradualmente. Cercare di gonfiare il pallone lentamente e senza esagerare per evitare che la palla si danneggi. Continuare a gonfiare il pallone fin quando il cappello non è completamente aderente alla palla.

Lasciare il pallone all’interno del cappello almeno una notte intera, lasciando anche collegata la pompa da pneumatico. Questo serve per mantenere la forma del pallone. Il mattino seguente tirando fuori la busta di plastica contenente il pallone si potrà effettivamente constatare se il cappello si è allargato, ma se così non fosse è possibile ripetere il procedimento.

Altri metodi da prendere in considerazione

Per allargare cappelli esistono moltissimi modi anche se quello che abbiamo descritto nel paragrafo precedente è sicuramente uno dei più sicuri ed efficaci. Tuttavia è possibile acquistare nei negozi specializzati degli appositi accessori per allargare i cappelli.

Lo stretcher per cappelli può essere utilizzato non solo per allargare i cappelli ma anche per permetterli di mantenere la loro forma. Basterà posizionare l’allarga cappelli all’interno dell’accessorio e allargare l’asta interna fino a quando lo strumento non calza perfettamente.

Lasciarlo dentro al cappello tutta la notte ed eventualmente in base alle esigenze ripetere il procedimento. Questo strumento si adatta perfettamente a tutti i tipi di cappelli, che siano in lana, in cotone, in feltro e anche in pelle, lo stretcher per cappelli è una soluzione facile e sicura per allargare anche tutti i cappelli con visiera.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)