Bonus Rottamazione TV, MISE: finora 232.188 le richieste dei cittadini

Bonus Rottamazione TV, MISE: finora 232.188 le richieste dei cittadini

Sono 232.188 i bonus rottamazione tv richiesti finora dai cittadini e riconosciuti dai venditori, attraverso la piattaforma telematica dell’Agenzia delle entrate, per l’acquisto di televisori compatibili con il nuovo standard di trasmissione del digitale terrestre. È quanto comunica il Ministero dello Sviluppo economico, fornendo i dati aggiornati della nuova misura agevolativa avviata lo scorso 23 agosto.

L’ammontare dei crediti d’imposta maturati dagli esercenti, a fronte degli sconti praticati ai cittadini per il bonus rottamazione tv, è pari a circa 18 milioni di euro.

Per quanto riguardo, invece, il precedente bonus tv/decoder, rimasto in vigore e cumulabile con il bonus rottamazione, le operazioni di vendita finora riconosciute sono 41.323, per un ammontare di crediti maturati pari a circa 1 milione di euro.

Come funziona il Bonus Rottamazione TV

Il bonus rottamazione TV è un’agevolazione di cui si può beneficiare rottamando contestualmente un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018, data di entrata in vigore dello standard di codifica HEVC MAIN 10. Consiste in uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto, fino ad un importo massimo di 100 euro (qui le informazioni complete).

L’incentivo per la rottamazione è rivolto a tutti i cittadini residenti in Italia senza limiti di ISEE, a differenza del bonus TV – DECODER destinato esclusivamente ai cittadini appartenenti ad un nucleo familiare con un ISEE non superiore ai 20.000 euro.

 

Bonus rottamazione TV

 

L’agevolazione è comunque legata al nucleo familiare in quanto è concesso un solo bonus per l’acquisto di un televisore a famiglia.

Si ricorda, inoltre, che il contributo per la rottamazione della TV è cumulabile per l’acquisto di un apparecchio anche con il precedente incentivo (Bonus TV Decoder) per coloro che siano in possesso di tutti i requisiti richiesti.

La rottamazione

Prima di procedere alla rottamazione, bisogna scaricare e compilare il modulo di autodichiarazione che certifichi il corretto smaltimento.

La rottamazione può essere effettuata in due modalità:

direttamente presso i rivenditori aderenti alla iniziativa, presso cui si acquista la nuova televisione, consegnando al momento dell’acquisto la TV obsoleta. In tal caso sarà poi il rivenditore a occuparsi del corretto smaltimento dell’apparecchio fruendo di un credito fiscale pari allo sconto applicato all’acquirente.

– in alternativa, si può consegnare la vecchia TV direttamente in una isola ecologica autorizzata, prima di recarsi ad acquistare la nuova. In questo caso, l’addetto del centro di raccolta RAEE deve convalidare il modulo, che certifica l’avvenuta consegna dell’apparecchio. Con il modulo firmato l’utente potrà recarsi nei punti vendita aderenti e fruire dello sconto sul prezzo di acquisto.

Parliamone ;-)