Carburanti, da domani sconto ridotto sulle accise. Codacons: rialzo dei prezzi per 12,2 centesimi

Carburanti, da domani sconto ridotto sulle accise. Codacons: rialzo dei prezzi per 12,2 centesimi

Si registrano nuovi ribassi sui carburanti nell’ultimo giorno prima del taglio della riduzione delle accise. Tuttavia, da domani fare rifornimento di carburante sarà più costoso per gli automobilisti italiani: lo denuncia il Codacons, che ricorda come a partire da mezzanotte scatterà l’aumento delle accise su benzina, gasolio e Gpl, previsto dal governo Meloni con il decreto Accise dello scorso 23 novembre.

In base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi del Mimit, il prezzo medio nazionale praticato della benzina in modalità self è 1,650 euro/litro, mentre il prezzo medio praticato del diesel self va a 1,733 euro/litro. Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato è 1,801 euro/litro, mentre la media del diesel servito scende a 1,885 euro/litro. Infine, i prezzi praticati del Gpl si posizionano tra 0,766 a 0,783 euro/litro.

Aumento delle accise sui carburanti, le conseguenze per i consumatori

Per quanto riguarda il taglio della riduzione delle accise che scatterà da domani, nel dettaglio – spiega il Codacons – dal 1° dicembre le accise sulla benzina saliranno da 47,84 a 57,84 centesimi al litro, quelle sul gasolio da 36,74 a 46,74 euro al litro, quelle sul Gpl da 18,26 a 26,67 centesimi al litro. Considerato che sulle accise si applica anche l’Iva al 22%, dunque, l’aumento del prezzo alla pompa per benzina e diesel sarà di 12,2 centesimi al litro.

“Questo significa – calcola il Codacons – che sulla base dei listini odierni dei carburanti, la benzina in modalità servito passerà da una media di 1,801 euro al litro a 1,923 euro/litro di domani, mentre il gasolio da 1,885 euro volerà a 2,007 euro/litro, sfondando la soglia psicologica dei 2 euro”.

Per il self, i prezzi alla pompa della verde passeranno da una media di 1,650 euro/litro di oggi a 1,772 euro di domani, il diesel da 1,733 euro/litro a 1,855 euro/litro.

In conclusione, “per un pieno di benzina o gasolio la maggiore spesa sarà pari a 6,1 euro, con un aggravio, considerando due pieni al mese, pari a +146,4 euro a famiglia su base annua – denuncia il Codacons – Ma l’aumento dei listini dei carburanti si ripercuoterà su prezzi e tariffe al pubblico in moltissimi settori, e avrà effetti negativi sull’inflazione, portando a nuovi rincari a danno di imprese e famiglie, in un momento in cui i listini andrebbero calmierati con ogni mezzo possibile”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)