cesto di natale

Se hai intenzione di fare un bel regalo ai tuoi dipendenti o ai tuoi clienti, abbiamo noi la soluzione migliore per le tue esigenze. Ti stiamo parlando dei cesti natalizi per aziende, un dono perfetto in questo periodo di feste, che saprà regalare al tuo marchio una marcia in più. Oggi, infatti, le ceste di Natale aziendali rappresentano una grande opportunità in termini di marketing oggettuale. Non per caso, al momento il Natale è totale appannaggio di questi regali, e sono migliaia le imprese dello Stivale che conoscono questa regola. Ecco perché oggi andremo a studiare insieme tutti i vantaggi di questi doni così gustosi.

 

Un bel cesto a Natale (con il tuo marchio sopra)

Regala un cesto a Natale, fai felice la famiglia del tuo dipendente, e cerca di farlo mettendo in primo piano il tuo marchio. Se conosci già le regole della PTO (promozione tramite oggetto) probabilmente non ti stiamo dicendo nulla di nuovo. Al contrario, se è la prima volta che ti avvicini a questo mondo, servono alcune spiegazioni fondamentali. Il regalo che le aziende fanno ai propri dipendenti è un sistema utile per gratificarli, e per ringraziarli per il duro e prezioso lavoro svolto in questi 12 mesi (giorno più, giorno meno) di fatiche. È chiaro che, come avviene in qualsiasi passo mosso da un business, il regalo deve possedere un tornaconto concreto.

Nel nostro caso, quel tornaconto è la visibilità che otterrà il tuo marchio, che potrà dunque brillare agli occhi dei tanti familiari che apprezzeranno il tuo dono. I cesti natalizi per aziende, infatti, hanno il potere di “colpire” il consumatore in un momento chiave del suo anno: ovvero quando si circonda degli amici e dei familiari, staccando la spina dallo stress e dalle routine lavorative, cercando amore, calore e relax. Diciamo che non è esattamente il momento più adatto per regalargli un’agendina o una (oramai) classica penna USB. Perché finirai inevitabilmente per ricordargli che il Natale finisce, e che dopo gli toccherà tornare dietro una scrivania.

Al contrario, un bel cestino natalizio gli farà capire che tu – in quel preciso istante – hai intenzione di festeggiare con lui. E di farlo premiandolo con il regalo aziendale più gustoso al mondo, ovvero una preziosa cesta ricca di leccornie e di prodotti gastronomici tipici della sua terra. Quando poi, durante il cenone, il tuo dipendente aprirà la confezione, ecco che avverrà la magia: il tuo panettone sarà lì al centro della tavola, assoluto protagonista del Natale. E tutti sapranno che è stata la tua azienda a rendere possibile quel momento. Questa non è semplice pubblicità o fidelizzazione, ma partecipazione vera e propria.

Perché scegliere cesti di qualità

Perché dovresti prenderti la briga di ordinare un set di cestini su Internet, quando in realtà puoi recarti presso il supermercato più vicino e fare scorta? Perché la qualità è una cosa seria, specialmente quando hai intenzione di legare il tuo marchio ad un regalo natalizio. È possibile farti un esempio pratico: immagina come reagirebbe il tuo dipendente, se gli regalassi una penna stilografica e questa si rompesse al primo utilizzo. Ne farebbe le spese il tuo brand, secondo una regola nota nel settore della promozione tramite oggetto: regalo pessimo, marchio pessimo.

Un’equazione che vale anche nel vasto mondo delle ceste di Natale aziendali: se queste conterranno dei prodotti di bassa qualità, anche il tuo marchio verrà bollato come tale. E da quel momento in poi nulla potrà cambiare la situazione, perché avrai rovinato un momento prezioso come il Natale. Di conseguenza, anche a costo di spendere cifre più elevate, il consiglio che possiamo darti è questo: rivolgiti ad un’azienda come Bennati, che sa come garantirti la qualità assoluta dei prodotti che il tuo dipendente consumerà a Natale. Quindi è possibile riassumere così il concetto: spenderai di più oggi, per guadagnare di più domani.

La particolarità di questo regalo

La promozione tramite oggetto non è una semplice strategia di marketing, ma una vera e propria arte, che vive di tendenze e di momenti. Tu dovrai adeguare i tuoi piani proprio a questa regola, secondo la legge del carpe diem: cogli l’attimo, e vedrai che la tua strategia darà i frutti sperati. Cosa intendiamo dirti, con questo?

Che in un momento di grandi attenzioni da parte degli italiani all’eco-sostenibilità, vanno molto i gadget green. E allo stesso modo, in un periodo tradizionale come il Natale, vanno rispettate e seguite le tradizioni. Quindi niente e nessuno potrà mai battere un bel cesto regalo posizionato strategicamente sotto l’albero di Natale. Nemmeno un gadget super-tecnologico e all’avanguardia, perché c’è tempo e modo per selezionare un certo tipo di oggettistica promozionale, e il Natale si presta a ben altri doni.

Non solo dipendenti: il cesto per i clienti

La PTO ha un duplice obiettivo: far contenti i dipendenti e anche i clienti, a seconda del destinatario del tuo dono. Qui valgono tutto sommato le regole analizzate poco sopra, ma con un’importante differenza: il dipendente lo devi ringraziare, il cliente lo devi fidelizzare. La fidelizzazione rappresenta in assoluto il punto chiave per qualsiasi business: un cliente fedele vale per cento, perché torna da te per ripetere l’esperienza d’acquisto, evitando (fra l’altro) di rivolgersi ad un tuo concorrente diretto. Tanto meglio se si parla di quei clienti importanti, che si incontrano poche volte nella vita, e che conviene tenersi stretti.

Come si incastrano, in tutto questo, le ceste di Natale aziendali? Rappresentano un dono perfetto per un cliente, perché sono tradizionali ma anche originali. Le persone si sono stufate delle t-shirt, degli ombrelli, delle penne e delle tazze. È vero, si tratta di oggetti che – se fatti bene – durano un’eternità, ma dove lo mettiamo il piacere di ricevere un regalo così prezioso e particolare? Perché da un lato i prodotti del cesto li si consuma in poche ore, ma dall’altro il pensiero rimane impresso a fuoco (nella memoria e nel cuore) per sempre. A patto di ricordarsi che, soprattutto sotto Natale, conta moltissimo la qualità dei prodotti che andranno a comporre il cestino.

Parliamone ;-)