Parte da Roma “We Like, We Share, We Change, Percorsi di Educazione e Informazione al Consumo”, un progetto realizzato da Movimento Consumatori e Cies Onlus per sensibilizzare giovani, adulti e aziende sul tema della responsabilità sociale di consumo. 

Sarà l’Istituto comprensivo G. B. Valente di Roma a ospitare fino al 15 marzo la prima tappa di “SOTTOilCOSTO: un Percorso da ConsumAttori”, un percorso teatrale interattivo rivolto ai giovani e che raggiungerà 16 città di 16 regioni italiane entro la fine dell’anno scolastico. Questa iniziativa nelle scuole rappresenta la prima delle tre attività del progetto e vuole stimolare negli studenti, attraverso un’esperienza immersiva e realistica, l’attenzione al consumo responsabile e una maggiore consapevolezza sui processi di produzione, consumo e smaltimento.

Lunedì 11 marzo alle 11.30, presso la scuola, si svolgerà un evento pubblico di presentazione del percorso rivolto alla stampa e agli stakeholders.

I partecipanti potranno vivere la stessa esperienza dei ragazzi seguendo a ritroso la filiera di produzione di tre prodotti: una passata di pomodoro, uno smartphone e una t-shirt.  Il percorso teatrale interattivo è stato progettato come un gioco di ruolo, dove i partecipanti avranno la possibilità di fare un’esperienza in prima persona e sperimentare la propria condizione di cittadino/consumatore: scoprire le origini dei prodotti, le condizioni di sfruttamento che spesso stanno dietro ai processi produttivi, allo scopo di sviluppare un atteggiamento critico e responsabile sui propri consumi. Il percorso si compone di scenografie e situazioni teatrali: al suo interno 10 attori/animatori interagiscono con i partecipanti guidandoli alla scoperta dei processi di produzione e consumo in tre ambiti (tessile, elettronico, alimentare) fino ad una fase finale di rielaborazione del “viaggio” facilitata da educatori esperti.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)