Iniziano i saldi estivi 2014: la prima regione a partire è il Molise, dove le vendite di fine stagione hanno preso il via oggi. Domani 2 luglio sarà la volta di Campania e Basilicata, mentre occorrerà attendere il 5 per le altre regioni di Italia (Lombardia, Lazio, Piemonte, Emilia Romagna, Toscana). Confesercenti mostra un cauto ottimismo: “Questi potrebbero essere i saldi dell’inversione di tendenza, grazie anche al contributo del bonus fiscale di 80 euro”.
“Finora il 2014 ha visto proseguire la crisi del settore, anche se si colgono alcuni segnali positivi”, spiega Roberto Manzoni, presidente di Fismo, l’associazione Confesercenti che riunisce gli imprenditori del dettaglio moda. “Nei primi quattro mesi dell’anno le vendite di abbigliamento sono state ancora negative, -0,2% sull’annus horribilis 2013, mentre le scarpe hanno segnato una striminzita crescita dello 0,4%. Siamo quindi di fronte a un quadro di stagnazione, che non basta a tamponare l’emorragia di imprese del settore. Da gennaio a maggio hanno chiuso 5.706 attività nel commercio in sede fissa di abbigliamento e accessori: più del doppio delle nuove aperture, che sono state appena 2.417”.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)