Migliora nettamente la fiducia degli italiani sia nei confronti del Paese che rispetto alla situazione personale, ma le intenzioni d’acquisto fanno registrare una lieve flessione rispetto al mese precedente: sono in chiaroscuro i numeri dell’Osservatorio mensile Findomestic di giugno che, comunque, delineano una tendenza in decisa crescita nella propensione alla spesa in raffronto allo scorso anno. Dopo una lunga fase di sfiducia, nell’ultimo mese, è tornato a crescere il livello di soddisfazione dei cittadini italiani: +0,7% per la situazione del Paese e + 0,2% per la condizione economica personale. Un effetto della stabilità politica percepita dopo l’insediamento del nuovo Governo. La variazione è positiva sia a livello congiunturale (su base mensile) che tendenziale (su base annua).

A giugno l’andamento del comparto ‘veicoli’ è invariato rispetto al mese precedente. Stabili le intenzioni d’acquisto di motocicli e scooter, in leggero decremento quelle di auto usate (-0,2%) e in lieve risalita quelle di auto nuove (+0,2% con una spesa media prevista di 19.496 euro). Si registra invece una crescita, per tutte le voci, rispetto allo stesso periodo di un anno fa.

Andamento altalenante per il comparto ‘casa’ nel mese di giugno. Segno negativo rispetto al mese precedente per le intenzioni di acquisto di mobili (-1% con una spesa media prevista di 2.659 euro), ristrutturazioni (-0,6%) e nuove abitazioni (-0,8%). Molto buona, comunque, risulta la performance del settore rispetto a un anno fa: la crescita è trainata soprattutto dai mobili (+4,5%) e dalle ristrutturazioni (+3,9%).

Anche il comparto ‘informatica, telefonia e fotografia’ a giugno registra un segno negativo a livello congiunturale, fatta eccezione per la telefonia: la ‘voglia’ di smartphone cresce dello 0,3%. Rispetto a un anno fa, il comparto è invece in crescita: aumentano soprattutto le intenzioni di acquisto di telefoni (3,9%) e pc/accessori (+2,2%); più contenuta la crescita di tablet (+0,9%) e fotocamere/videocamere (+0,4%).

Rispetto allo scorso mese di maggio, a giugno calano le intenzioni di acquisto degli elettrodomestici, in particolare dei piccoli elettrodomestici (-1,6%). A livello tendenziale il comparto è in forte crescita: +3,9% per i piccoli elettrodomestici, +2,3% per l’elettronica di consumo e +2,8% per i grandi elettrodomestici.

Il comparto ‘efficienza energetica’ fa registrare segno negativo rispetto allo scorso mese di maggio in particolare per infissi/serramenti (-0,6%) e per stufe e caldaie a pellet (-0,6%). Anche in questo caso, a livello tendenziale il trend è positivo soprattutto per infissi/serramenti (+1,2%) e impianti solari termici (+1,2%).

A giugno continua l’andamento positivo del comparto ‘tempo libero’ sia su base congiunturale che tendenziale trainato ancora una volta dalla voce ‘viaggi e vacanze’, con le intenzioni di acquisto in crescita dello 0,5% rispetto a maggio e del 4% in raffronto a un anno fa. La spesa media prevista per i viaggi è di 1.461 euro pro capite. Si registra una buona performance anche del ‘fai da te’: +0,2% nell’ultimo mese e +2,4% rispetto a dodici mesi fa.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)