Tutela dei consumatori, presentata la Proposta di Legge per l'inserimento in Costituzione

Tutela dei consumatori, presentata la Proposta di Legge per l'inserimento in Costituzione

Oggi alcuni deputati appartenenti a tutte le forze della maggioranza di centrodestra hanno presentato, presso la Sala Stampa della Camera, una proposta di legge costituzionale per inserire la tutela dei diritti dei consumatori in Costituzione. La proposta – secondo quanto riportato dall’AGI – propone una modifica degli articoli 35 e 99 della Carta.

Tutela dei consumatori, cosa prevede la proposta di legge

In particolare – si legge nella nota AGI – “All’articolo 35 delle Costituzione è aggiunto il seguente comma: “Promuove e garantisce la tutela die consumatori e degli utenti, dei loro diritti ed interessi economici. La legge definisce l’effettiva tutela dei diritti dei consumatori e degli utenti, ne favorisce l’informazione e l’educazione, disciplina le modalità delle loro associazioni rappresentative”. “All’articolo 99, primo comma, della Costituzione, dopo le parole ‘delle categorie produttive’, inserire le seguenti ‘dei consumatori e degli utenti’“.

“In un mondo e in un contesto socio-economico che cambiano continuamente e per di più a grande velocità è necessario aggiornare gli strumenti giuridici per stare al passo con i tempi. Per questo chiediamo che la difesa del Consumatore venga fatta rientrare in Costituzione. È l’inizio di un percorso legislativo su un tema che riguarda ognuno di noi, considerati anche i nuovi rischi che la digitalizzazione e internet determinano per le persone, specie per quelle più fragili”, ha dichiarato il deputato della Lega Alberto Gusmeroli, presidente della commissione Attività produttive, Commercio e Turismo, secondo quanto riportato dall’Ansa.

Alla Conferenza hanno partecipato anche diverse Associazioni dei Consumatori, che hanno espresso “piena condivisione” rispetto alla proposta di legge, in quanto “si tratta di salvaguardare e promuovere non solo il lavoro e l’impresa, ma la stessa funzione del consumo, in termini adeguati, responsabili e sostenibili”. (Ansa)


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Parliamone ;-)