Il recepimento della direttiva europea sui diritti dei consumatori è vista con grande attenzione dalle Associazioni dei consumatori che sono pronte a valutarne l’efficacia, cercando di evitare sovrapposizioni con norme già esistenti o eventuali rischi di abbassamento delle tutele.
“Abbiamo condiviso e condividiamo la direttiva UE ed il suo recepimento nel nostro ordinamento in merito alla individuazione delle responsabilità dell’Antitrust per quanto riguarda le pratiche commerciali scorrette – dichiarano Elio Lannutti e Rosario Trefiletti, Presidenti di Adusbef e Federconsumatori – Ma vista l’attuale situazione in cui si sta caratterizzando un mercato, delle varie utenze pubbliche e non, assai poco chiaro e pervaso da raggiri, speculazioni quando non da vere e proprie truffe (su tali questioni si è raggiunto il numero di circa 90 mila contenziosi) ciò che chiediamo è: una maggiore sinergia con le altre Autorità di Settore, un rapporto ancora più stringente con le Associazioni dei Consumatori, un più alto impegno di risorse organizzative per una maggiore tempestività negli interventi e soprattutto sanzioni decisamente più forti per stroncare quegli atteggiamenti vessatori sulle famiglie già impegnate a combattere la grave crisi che grava sul Paese. Anche perché vi è il vezzo da parte delle imprese, che deve essere assolutamente eliminato, di ritenere le Associazioni dei Consumatori i sostituti di Uffici Reclami smantellati da loro per risparmiare sui costi”.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)