supermercato

Fare la spesa al supermercato. ecco dove si risparmia di più

Fare la spesa al supermercato e risparmiare si può. Anche più di mille euro l’anno sullo stesso carrello della spesa. Uno dei fattori che più consente il risparmio è la presenza di più insegne. Insomma: si risparmia di più dove la concorrenza funziona ed è maggiore.

Accade così che il carrello si alleggerisca molto in una città come Milano, dove si può arrivare a risparmiare 1700 euro l’anno. Dove invece ci sono meno insegne le possibilità di risparmio si limitano a poche centinaia di euro, come accade a Lecce, a Taranto, a Savona.

 

 

classifica città risparmio altroconsumo
Tabella del risparmio per città. Fonte: Altroconsumo 2020

 

Fare la spesa al supermercato, la mappa della convenienza

Altroconsumo ha pubblicato l’inchiesta annuale sui supermercati, che identifica le insegne dove è più conveniente fare la spesa e le catene nei quali si può risparmiare di più. L’indagine disegna anche una mappa della convenienza per città, in cui primeggia il Triveneto. La città in cui si riscontra la più alta possibilità di convenienza è Milano, dove i consumatori possono risparmiare fino a 1769 euro.

Secondo l’Istat, una famiglia in media spende 6.570 euro all’anno per fare la spesa. La concorrenza può fare la differenza, aggiunge Altroconsumo.

«Nelle città in cui la concorrenza funziona, come a Pordenone, su quel budget si possono risparmiare 1.100 euro l’anno. Anche di più nelle città in cui la differenza tra il supermercato più caro e quello più economico è maggiore, ed è il caso di Cuneo e Brescia, dove scegliendo il punto vendita più a buon mercato è possibile risparmiare oltre 1.500 euro all’anno. O addirittura 1.769 euro a Milano, città in cui si registra il risparmio massimo. Non proprio spiccioli, ma somme che possono fare la differenza nell’economia di una famiglia».

Se il livello di risparmio dipende dalla concorrenza, prosegue Altroconsumo, «risulta che nelle città meridionali, dove la concentrazione di insegne è più bassa, le possibilità di risparmio diminuiscono drasticamente: bisogna, infatti, arrivare alla 18sima posizione della classifica prima di trovare una città del Sud, Napoli. Come evidenziato dall’analisi, in città in cui c’è meno concorrenza, come Lecce o Taranto, si può arrivare ad un risparmio annuo di massimo 300 euro».

 

classifica supermercati risparmio
I supermercati più convenienti. L’indice 100 indica la catena più conveniente: se l’indice è 110, per esempio, significa che i prezzi sono del 10% più cari rispetto all’insegna più economica. Fonte: Altroconsumo 2020

 

Supermercati, ecco dove si risparmia di più

L’indagine di Altroconsumo ha coinvolto 1.869 ipermercati e supermercati e 194 discount su tutto il territorio nazionale.

«Considerando un paniere composto da tutti i prodotti in assortimento, tra i supermercati e ipermercati si aggiudica il primo posto Famila, mentre tra i discount si classifica in prima posizione Aldi, seguito da Eurospin ed MD».

 

Il risparmio secondo il carrello della spesa

Altroconsumo ha valutato la convenienza in base alla diversa composizione della spesa degli italiani, immaginando una “spesa tipo” in base all’acquisto di prodotti di marca, prodotti a marchio commerciale e prodotti economici. Quest’anno c’è anche una classifica dedicata alla spesa biologica. Ogni classifica quindi risponde al tipo di carrello della spesa scelto.

«Considerando la spesa composta da prodotti di marca, il supermercato più conveniente risulta essere Ipercoop, a pari merito con Esselunga Superstore – spiega Altroconsumo – Per quanto riguarda la spesa di prodotti a marchio commerciale, troviamo al primo posto per convenienza Dok, diffusa specialmente al sud Italia, e al secondo posto i diversi punti vendita con insegna Conad. Passando alla spesa di prodotti economici, si classificano in prima posizione 4 catene ex aequo: Aldi ed Eurospin, per il secondo anno di fila, insieme a MD e Penny Market. Infine, arriviamo alla nuova classifica dell’indagine che analizza gli store in relazione alla spesa di prodotti bio. Al primo posto troviamo Dok, seguita dal gruppo Famila insieme a Todis».

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)