Sono sempre di più gli italiani che fanno la spesa “low cost” inseguendo risparmi e promozioni. Più di 6 famiglie su 10 hanno provato almeno una volta i discount tra gennaio e maggio di quest’anno confermando una tendenza cresciuta con la recessione e consolidatasi negli anni successivi. Lo afferma un’analisi condotta da Unimpresa secondo la quale ormai il 62,1% degli italiani fa economia come dimostra il raddoppio degli acquisti con offerte speciali.

“I risultati del sondaggio dicono che c’è ancora molto da fare per riportare il paese su un sentiero di crescita virtuoso e dicono soprattutto che c’è una crisi di fiducia da parte delle famiglie, elemento che poi innesca una spirale negativa per tutta l’economia”, commenta il presidente di Unimpresa, Giovanna Ferrara.

L’analisi conferma i risultati delle precedenti rilevazioni che avevano fatto emergere una crescente tendenza delle famiglie a risparmiare con gli acquisti. Nel carrello della spesa degli italiani, secondo quanto emerge dalla ricerca di Unimpresa, finiscono con sempre maggiore frequenza rispetto al passato prodotti offerti sugli scaffali con sconti, specie quelli con ribassi dei prezzi superiori anche oltre il 30% rispetto al listino ufficiale.

L’attenzione alle offerte speciali porta i consumatori a fare una vera e propria “incetta” di beni a basso costo: i cittadini sono diventati super esperti dei volantini, puntano le promozioni e nelle buste della spesa finisce solo quanto è proposto in offerta, mentre restano sugli scaffali dei supermercati e dei piccoli negozi su strada tutti gli altri prodotti.

Nel 2018 quindi si stima un impatto negativo soprattutto per i piccoli negozi, sempre meno frequentati (-8,5%) ma il trend è in perdita anche per i supermercati (-4,1%); solo i discount segnano una tendenza positiva (+6,8%).

 

Notizia pubblicata il 21/05/2018 ore 16.52

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)