Torna a crescere il mercato del libro. Il 2017 segna l’anno della ripresa e si chiude con un aumento del 5,8% del mercato nel suo complesso (carta, ebook, audiolibri e stima di Amazon), pari a 1,485miliardi di euro nei canali trade (librerie, librerie on line e grande distribuzione organizzata). La libreria è il principale canale di acquisto, mentre la grande distribuzione arranca. E c’è un boom dell’e-commerce , che oggi raccoglie un quinto dei libri venduti. Sono le anticipazioni rilasciate oggi dall’Associazione italiana editori (AIE) che domani presenterà tutti  i dati del mercato 2017 nella giornata conclusiva del Seminario di Perfezionamento della Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri in programma a Venezia.

“I dati – commenta il presidente di AIE Ricardo Franco Levi – ci dicono chiaramente che la più grande industria culturale del Paese sta ricominciando a camminare. Il Libro sta ritornando a crescere con il Paese, anzi è condizione di crescita del Paese. Ci auguriamo per questo che libro e lettura siano centrali nei programmi di queste elezioni e del nuovo Governo”.

Il risultato, per la prima volta dopo 7 anni, è positivo anche a copie, pari a 88,6 milioni (al netto di quelle vendute da Amazon) con un +1,2% sull’anno precedente. I libri si comprano soprattutto in libreria, che colleziona quasi tre quarti degli acquisti (69,6%) mentre proseguono le difficoltà per la grande distribuzione organizzata, che oggi pesa per il 9,1% del mercato. Si è invece affermato l’e-commerce che nel 2017 ha fatto un vero e proprio balzo in avanti e oggi pesa il 21,3% dei libri venduti a fronte del 16,5% nel 2016. Secondo l’AIE la lettura è “scarsa ma ben più alta di quanto si è detto finora”.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)