Non c’è Natale senza regalo inutile. Certo, qui si potrebbe aprire una discussione filosofica: il regalo deve essere sempre utile, o un regalo è tale se in fondo rasenta l’inutilità, laddove questa si estenda a tutto quello che è superfluo, che non serve, ma che magari è bello e accattivante? Al bando le differenze personali, di sicuro c’è un fatto: in molti riceveranno doni inutili, indesiderati, o vere e proprie cianfrusaglie. Doni e pensierini che verranno messi da parte non appena scartati costano una spesa media di circa 45 euro l’anno. A dirlo è un’indagine fatta da Groupon, per la quale 9 italiani su 10 (90%) sarebbero felici di ricevere meno regali a Natale, a condizione di ricevere regali utili o desiderati.

Questi connazionali ammettono di essere pronti a rinunciare a quasi la metà dei regali che attualmente riceve (43%), pur di evitare di ricevere cose inutili o sbagliate. Ma quanto è diffuso il fenomeno? È una specie di circolo vizioso: l’88% degli italiani dichiara di conservare regali inutili e indesiderati per una media di 3 anni. Solo il 2% dei connazionali si libera di queste cianfrusaglie entro un mese, mentre il 21% le conserva per sempre.

Il 54% ammette che dimenticherà presto dove ha nascosto le cose archiviate, mentre 3 italiani su 10 (28%) dicono di non avere più spazio libero in casa per conservare regali che non hanno mai voluto. Perché si conservano i regali indesiderati o inutili? Al primo posto c’è il senso di colpa: vince la sensibilità e il 43% degli italiani si sente in torto all’idea di buttare via un regalo; allo stesso livello si trova l’illusione di trovare un modo di utilizzarli in futuro prima o poi (43%), mentre c’è un 24% che dichiara di tenerli da parte perché non sa davvero cosa farsene. L’universo dei regali inutili, prosegue l’indagine di Groupon, porta a spendere una media di 45 euro ogni anno – un dato che vede gli uomini spendere più delle donne (47 euro in media). Solo una piccola percentuale dichiara di superare i 100 euro per questi oggetti (11%).

E quando si riceve un regalo indesiderato? Quasi sempre si fa buon viso a cattivo gioco.  La maggior parte degli italiani preferisce mentire piuttosto che confessare “questo regalo non mi piace” (71%). Il 43% mente per non ferire i sentimenti della persona che ha di fronte, e se il 40% non vuole apparire ingrato, il 35% vuole evitare di essere maleducato e irrispettoso.  La soluzione più diffusa per evitare di mentire a Natale è dunque di scegliere da soli il regalo che ci arriverà da un’altra persona: 3 italiani su 5 confermano questo trend (60%). Le ragioni principali di questa scelta sono il poter scegliere qualcosa che davvero si desidera (38%) e sollevare i cari dal dubbio “cosa posso regalargli?” (37%).  

 

Notizia pubblicata il 27/11/2018 ore 12.30

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)