“L’etichetta energetica europea consente al consumatore di informarsi in maniera accurata sulle performance energetiche degli elettrodomestici e sulle loro caratteristiche permettendo un confronto tra diversi prodotti per una scelta di acquisto più oculata”: sono le parole con cui Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum, accoglie l’entrata in vigore della nuova etichettatura energetica degli elettrodomestici, da ieri obbligatoria per frigoriferi, freezer e televisori e, dal 20 dicembre, per lavatrici e lavastoviglie.
L’etichetta fornirà ai consumatori indicazioni sui consumi e sulle caratteristiche energetiche del prodotto, come previsto dal Regolamento comunitario n. 1062/2010. Deve accompagnare tutti i prodotti per cui è prevista, commercializzati nell’Unione Europea, sia quelli prodotti in EU che quelli importati. L’obbligo di produzione dell’etichetta spetta al produttore, mentre i rivenditori sono obbligati a esporla in maniera visibile sui prodotti messi in vendita. In caso di vendita a distanza o di pubblicità bisogna sempre includere la classe di efficienza energetica del prodotto. Un prodotto immesso sul mercato con la vecchia etichetta prima del 20 dicembre 2011 potrà essere esposto e venduto fino ad esaurimento scorte.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)