Nel 2018 circa 17 miliardi di euro erogati in crescita del 7.7% rispetto all’anno precedente. Secondo il focus auto-moto dell’Osservatorio Compass senza il credito al consumo a spingere le vendite, circa l’80% degli acquirenti avrebbe rinunciato o rimandato l’acquisto. Un dato  che mette ulteriormente in risalto l’importanza dei finanziamenti a sostegno dei consumi. Queste alcune delle evidenze emerse dalla nuova edizione dell’Osservatorio Compass sul settore auto-moto, che, ogni anno, analizza l’andamento del mercato e ne anticipa i trend del futuro, come ad esempio la crescita dei veicoli ecologici e dei sistemi automatizzati di guida. Nel 2018 la media degli importi finanziati tramite venditori convenzionati per l’acquisto di un’auto è pari a 14.401€ (+4% sul 2017) per il nuovo e di 11.296€ (+3,9%) per l’usato. Il credito al consumo è quindi “sempre più fondamentale per l’acquisto di un’auto o di una moto, siano esse nuove o usate, e continuerà ad avere un ruolo importante anche in futuro – ha commentato Luigi Pace, Direttore Centrale Marketing e Customer Management di Compass – L’auto viene utilizzata quotidianamente dall’80% degli italiani e rappresenta ancora uno status symbol per tanti”.

L’auto nuova rimane nelle preferenze degli intervistati (55%), seguita dall’usata e dall’usato recente (31%) e delle vetture a km 0 (10%). I più giovani puntano all’usato: l’indagine rileva infatti che il 45% del target tra i 18 e 30 anni ricorre prevalentemente all’acquisto dell’auto usata o dell’usato recente; il 39% opta per l’acquisto di un’auto nuova mentre il 7% predilige una soluzione a km 0. Il risparmio (68%) è il motivo principale che spinge a orientarsi sull’usato. Menzione a parte per il noleggio a lungo termine, uno strumento conosciuto dall’80% degli intervistati ma che convince solo il 15% degli automobilisti, che continuano, in generale, a preferire l’acquisto.

Sui trend del futuro l’Osservatorio Compass rivela come la mobilità sostenibile e l’ibrido attirano sempre più automobilisti. La quota delle auto ad alimentazione alternativa (GPL, metano, elettriche ed ibride) è ancora inferiore al 10% del parco auto circolante, anche se in forte crescita anno su anno. Il 71% degli intervistati è propenso, inoltre, all’acquisto di un’auto ibrida (motore elettrico e a benzina). Un risultato ottimo, che supera ampliamente quello dell’auto totalmente elettrica, con solo il 39% che si dice convinto di acquistarne una.

Scrive per noi

Silvia Biasotto
Silvia Biasotto
Sono quello che mangio. E sono anche quello scrivo, parafrasando Ludwig Feuerbach. Nella mia vita privata e nella mia professione ho sempre amato conoscere, sperimentare e scrivere di cibo. La sicurezza e la qualità alimentare sono le principali tematiche di cui mi occupo ad Help Consumatori oltre che la tutela del cittadino in generale. Una passione che mi accompagna in questa redazione sin dal 2005 quando sono giunta sulla tastiera di HC a seguito del tirocinio del primo Master universitario in tutela dei consumatori presso l’Università Roma Tre. E ovviamente la mia tesi fu sulla Sicurezza dei prodotti!

Parliamone ;-)