Per ogni bevanda il suo bicchiere

Chi ama sorseggiare vari tipi di bevande, che si tratti di vino, birra o di un fresco analcolico, sa bene che per ognuna di esse esiste il bicchiere adatto: è per questo motivo che è fondamentale conoscere quale tipologia usare per servire ogni differente prodotto.

A volte capita di bere una bevanda in un bicchiere e di rendervi subito conto che questo è del tutto inadatto: ciò accade non solo perché da un punto di vista estetico ricorrere a un bicchiere piuttosto che a un altro ne esalta il valore, ma anche perché occorre far respirare il tipo di liquido.

Ma davvero il gusto cambia in base al bicchiere? Nell’articolo qui di seguito cercheremo di capire insieme se veramente il tipo di bicchiere è in grado di esaltare il gusto della nostra bevanda.

A ogni bevanda il suo bicchiere

Soprattutto durante le occasioni formali, servire correttamente le bibite è molto importante.

Alcune tipologie di bicchieri possono andare bene per servire più bevande, ma ce ne sarà sempre uno più adatto degli altri. I principali tipi di bicchiere sono:

  • i bicchieri da vino sono ampi, con bocca leggermente più stretta del corpo e gambo per far mantenere al liquido la giusta temperatura a lungo: si tratta dei calici, che consentono di sentire il profumo, gustare correttamente e ammirare il colore;

  • i bicchieri da birra sono boccali in ceramica o vetro, dotati di manico per l’impugnatura, utile per evitare di toccare con la mano e riscaldare il prodotto;

  • lo champagne si versa in un bicchiere simile a quello del vino, ma meno ampio e capiente. Anche in questo caso deve essere presente il gambo per evitare di alterare la temperatura di servizio;

  • i liquori si servono in piccoli bicchieri e si può aggiungere il ghiaccio;

  • le bibite analcoliche vanno versate in ampi bicchieri di diverse forme, poi si aggiunge il ghiaccio per agevolare la liberazione della CO2.

  • le bevande come i brandy richiedono di usare bicchieri come gli snifter glass, ovvero dei sottili e sinuosi calici di vetro con base ampia e sommità ristretta. Si tengono in mano per riscaldare la bevanda, mentre il collo stretto consente all’aroma di concentrarsi;

  • bevande come il gin devono essere servite in ampi bicchieri panciuti con gambo: la “copa del balon” è quello ideale, anche perché scenografico se guarnito con ghiaccio e stelo di rosmarino.

I bicchieri da usare durante una cena

Durante una cena è molto importante usare il bicchiere giusto per non cadere in errori da principianti.

In una cena di un certo livello, i bicchieri devono essere all’altezza della situazione, ciò comporta che ogni bevanda sia servita nel bicchiere giusto.

Durante una cena formale, i bicchieri devono essere disposti nel seguente modo:

  • il bicchiere grande è riservato all’acqua;

  • un calice è destinato al vino rosso e uno al vino bianco: se si tratta di una cena elegante, probabilmente ci saranno varie degustazioni e ogni bicchiere andrà utilizzato per un solo tipo di vino;

  • se a fine cena è previsto un brindisi, riserverete allo champagne o al prosecco un bicchiere, che sarà differente da quello degli altri vini;

  • il bicchiere per il liquore si porta direttamente a fine cena, quando gli ospiti sono invitati a sorseggiare un liquore.

Conclusioni

È chiaro che esistono tantissimi altri tipi di bicchieri e altrettante bevande, qui abbiamo citato solamente quelli più diffusi, come per la birra o il vino. L’importante è essere consapevoli che servire ogni bibita con il bicchiere giusto durante una cena formale o davanti ai vostri amici, vi farà fare un figurone.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)