Il Tar del Lazio ha ridotto una sanzione (da 100mila euro a 50mila) e ne ha cancellata un’altra, inflitte ad agosto 2012 dall’Antitrust alla Federico Motta Editore per due pratiche commerciali scorrette nella promozione e vendita di opere editoriali (segnalate a suo tempo da Adiconsum).
Due i comportamenti sanzionati dall’Autorità: la promozione a domicilio di opere editoriali, attraverso modalità ingannevoli e indebito condizionamento, comportamento adottato anche nell’esecuzione del rapporto contrattuale e nei confronti di consumatori particolarmente vulnerabili;  la promozione nelle scuole di “prodotti multimediali con modalità oscure e poco trasparenti.
Per il Tar è “senz’altro dimostrato come alcuni agenti Motta abbiano utilizzato tecniche di vendita riprovevoli, spesso prossime a veri e propri raggiri, facendo in particolare credere che il bene ceduto avrebbe potuto essere rivenduto” e presentando “come un sicuro investimento quello che era affatto semplicemente l’acquisto di un bene improduttivo, utile o soltanto godibile“. In merito all’entità della sanzione, il Tar ha ritenuto che l’Antitrust “abbia ecceduto nel valutare la dimensione del fenomeno” e che quindi sia ragionevole “dimezzare la sanzione irrogata” per la pratica relativa alla vendita di opere a clienti contattati dagli agenti, mentre per l’addebito relativo alla promozione di prodotti multimediali destinati alle famiglie, l’Autorità “è giunta ad una conclusione assolutamente arbitraria”. L’effetto: riduzione a 50mila euro della sanzione per la prima pratica commerciale, annullamento della sanzione per la seconda.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)