Rialzi immediati, ribassi a rilento. È l’andamento del prezzo dei carburanti, che oggi fa registrare una diminuzione di solo un centesimo sulla benzina a fronte degli aumenti delle scorse settimane, molto più consistenti e “tempestivi” rispetto alle turbolenze del mercato.Tornano a denunciare la “doppia velocità” sul prezzo dei carburanti Federconsumatori e Adusbef: “Si parla oggi di un nuovo “ribasso” dei carburanti, una diminuzione di appena un centesimo del prezzo della benzina. Si tratta di una riduzione irrisoria, ancora del tutto insufficiente. Nelle settimane scorse, non appena iniziarono a manifestarsi le prime tensioni sui prezzi del petrolio, fu immediata l’impennata dei prezzi dei carburanti. Ora che tali tensioni si sono allentate, invece, i reali ribassi tardano ad arrivare”.
“È la solita, vecchia, questione della doppia velocità: un fenomeno speculativo che denunciamo da anni, nei confronti del quale ancora non è stato adottato alcun provvedimento”, dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti Federconsumatori e Adusbef. Se gli aumenti non dovessero rientrare, affermano le due associazioni, la stangata per gli automobilisti risulterebbe pari a 72 euro in termini annui, solo per costi diretti, a cui si aggiungono ulteriori 59 euro annui per i costi indiretti dovuti alle ripercussioni sui prezzi e sulle tariffe. Federconsumatori e Adusbef chiedono al Ministero dello Sviluppo economico vigilanza sui prezzi dei carburanti e razionalizzazione della filiera petrolifera  anche attraverso l’apertura della vendita presso i grandi centri commerciali e la distribuzione no-logo.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)