Prezzi delle abitazioni in rialzo, UNC: "bene, ma dato destinato a peggiorare"

Prezzi delle abitazioni in rialzo, UNC: "bene, ma dato destinato a peggiorare" (foto Pixabay)

Prosegue, nel 2022, la fase di accelerazione dei prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie, che – secondo i dati Istat – sono cresciuti in media d’anno del +3,8%, con i prezzi delle case nuove che fanno registrare un +6,1% e quelli delle abitazioni esistenti che crescono del 3,4%.

“Questo aumento, che segue quelli registrati nei due anni precedenti, è il più ampio da quando è disponibile la serie storica dell’indice IPAB (2010)”, spiega l’Istat.

In particolare, la crescita dei prezzi è particolarmente sostenuta nelle ripartizioni del Nord e più contenuta nel Centro e nel Sud e Isole, dove tuttavia si registra, per le abitazioni nuove, la variazione tendenziale più alta del paese (+7,8%). Si consolida, inoltre, l’accelerazione su base tendenziale dei prezzi delle case di Torino, Roma e Milano (in cui si registra un incremento del +7,5% per gli immobili esistenti).

Sempre secondo i dati diffusi oggi dall’Istat, però, si è verificato allo stesso tempo un rallentamento dei volumi di compravendita (-2,1% la flessione registrata nel quarto trimestre 2022 dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate per il settore residenziale, dopo il +1,6% del trimestre precedente).

Prezzi delle abitazioni, il parere dell’UNC

Per l’Unione Nazionale Consumatori l’aumento dei prezzi delle case è un segnale positivo.

“Un fatto positivo che cresca il valore delle case degli italiani. Purtroppo, però, si tratta di un dato destinato presto a peggiorare“, afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

Secondo Dona, infatti, “Il rialzo repentino dei tassi di interesse deciso dalle Bce, facendo salire il costo dei mutui, produrrà una drastica riduzione dei volumi di compravendita, già in calo, non a caso, del 2,1% nel quarto trimestre 2022, con conseguenze negative sui prezzi delle case”, conclude Dona.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)