Anche Adiconsum Verona aveva segnalato all’Antitrust anomalie nella vendita dei biglietti per il concerto dell’artista Adele all’Arena di Verona, tramite Ticketone SpA.

La società detiene l’esclusiva per il canale online dei principali eventi e mette in vendita i biglietti ai prezzi fissati dagli organizzatori per conto dell’artista. I biglietti risulterebbero invece disponibili, anche pochi minuti dopo l’apertura delle vendite, su altri siti internet a prezzi maggiorati. Pertanto l’Autorità ha avviato procedimenti istruttori nei confronti di Ticketone SpA e dei quattro principali operatori del mercato secondario in Italia, al fine di verificare eventuali violazioni del Codice del Consumo.

“La notizia dell’avvio dell’istruttoria Antitrust è un passo importante verso l’effettiva tutela dei consumatori e dei fan che, a volte, sono sottoposti a vere e proprie scellerate azioni di bagarinaggio via web”, ha dichiarato Davide Cecchinato, presidente di Adiconsum Verona. “In attesa di conoscere l’esito dell’istruttoria, rilanciamo con forza la necessità di disciplinare il mercato secondario della vendita dei biglietti. Al di là delle decisioni dell’Antitrust, un intervento normativo o un codice di autodisciplina è auspicabile. Solo così si può evitare che tali fenomeni, al limite della legalità, possano nuovamente succedere in Italia come per gli spettacoli all’Arena di Verona”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)