Al via la Settimana dei lasciti solidali, parte oggi l'evento promosso da AISM

Al via la Settimana dei lasciti solidali, parte oggi l'evento promosso da AISM

Si svolgerà da oggi al 29 gennaio la settimana dei lasciti AISM, organizzata in collaborazione e con il patrocinio del Consiglio Nazionale del Notariato e con il sostegno della Federazione Nazionale Pensionati Cisl, con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di un lascito solidale come sostegno alla ricerca scientifica.

La manifestazione prevede, quindi, sette giorni di incontri su tutto il territorio nazionale con i notai, per spiegare e approfondire cosa prevede la legge italiana in materia di diritto successorio. “Inoltre – spiega AISM in una nota – insieme alla campagna “Il futuro sei tu” che li accompagna, gli incontri hanno l’obiettivo di aumentare la consapevolezza, in ogni cittadino, sull’importanza di fare testamento e di poter decidere di contribuire a migliorare il futuro di molte persone con sclerosi multipla e dei loro familiari, affidando il proprio impegno a una semplice volontà mediante un lascito solidale”.

Durante tutta la campagna il numero verde dedicato ai lasciti AISM 800-094464 è disponibile per fornire tutte le informazioni necessarie. Così come il sito www.aism.it/settimanalasciti in cui saranno presenti tutte le informazioni inerenti alla settimana nazionale dei lasciti testamentari AISM e a cui sarà possibile registrarsi agli incontri territoriali con i notai e richiedere, anche online, la guida gratuita dei lasciti testamentari, che aiuta a districarsi in una materia tanto complessa, come quella delle successioni, aiutando le persone interessate a fare scelte consapevoli.

 

lasciti solidali
Lasciti solidali (Foto Pixabay)

 

Cosa sono i lasciti solidali?

“Fare testamento solidale – spiega il sito Testamento solidale – significa lasciare i propri beni, o anche solo una parte, ad uno o più enti benefici. Non è necessario lasciare ingenti patrimoni. Si può fare testamento in qualsiasi momento ed possibile modificarlo, annullarlo o sostituirlo in qualsiasi momento”. Si tratta, quindi, di un “gesto semplice e non vincolante, che può essere ripensato, modificato in qualsiasi momento, senza che vengano in alcun modo lesi i diritti legittimi dei propri cari e familiari”.

“Nell’ultimo anno abbiamo registrato una media di 3 successioni aperte ogni mese – dichiara Emanuela Di Pietro, responsabile lasciti -. Grazie alle campagne di sensibilizzazione sono sempre di più le persone che ci contattano per comunicarci di aver inserito AISM e FISM nel loro testamento con un incremento medio annuo negli ultimi 6 anni di circa il 50%. I fondi raccolti consentono e consentiranno in futuro di sostenere le attività di assistenza e ricerca scientifica promosse dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla e dalla sua Fondazione FISM”.

Da una ricerca di Walden Lab, nel 2022  risulta che quasi 8 over 50 su 10 sanno oggi cosa sia un lascito solidale (79%): un dato in netta crescita rispetto al 55% del 2013, con un aumento di circa il 45% in 10 anni.

Segno – osserva AISM – che le campagne di informazione e di sensibilizzazione sullo strumento di solidarietà legato al post mortem stanno rendendo sempre più consapevole la popolazione più adulta, che si traduce anche in una parallela crescita dell’orientamento a utilizzarlo concretamente: nel 2022 sale al 26% la percentuale di quanti lo hanno fatto o sono propensi a farlo, ben 4 punti in più rispetto al 2021 (22%) e 6 punti rispetto al 2020 (20%).


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Parliamone ;-)