Green pass e mascherine, cosa cambia dal primo aprile

Green pass e mascherine, cosa cambia dal primo aprile

Cessa oggi lo stato di emergenza. A partire da domani 1 aprile, dunque, le misure anti Covid verranno gradualmente eliminate, come stabilito dal decreto-legge 24 marzo 2022 contenente “Misure urgenti per il superamento delle misure di contrasto alla diffusione dell’epidemia da COVID-19, in conseguenza della cessazione dello stato di emergenza“. Vediamo, quindi, quali sono le tappe principali del percorso di superamento delle restrizioni, con particolare riguardo al Green pass e alle mascherine.

Misure anti Covid, via il Green pass dal 1° maggio

Il decreto rimodula l’utilizzo del green pass base e rafforzato per attività e servizi. In particolare, dal 1 aprile cade l’obbligo del green pass per i servizi di ristorazione all’aperto e per i mezzi di trasporto pubblico locale o regionale. Inoltre non sarà più richiesto alcun green pass in poste, banche, negozi e uffici pubblici.

Per accedere a servizi di ristorazione al chiuso, consumare al banco o al tavolo sarà necessario invece il Green pass base, fino al 30 aprile.

Fino al 30 aprile resta, inoltre, l’obbligo del Green pass rafforzato per accedere ad alcuni luoghi, come:

  • piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra e di contatto, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, per le attività che si svolgono al chiuso, nonché spazi adibiti a spogliatoi e docce, con esclusione dell’obbligo di certificazione per gli accompagnatori delle persone non autosufficienti in ragione dell’età o di disabilità;
  • convegni e congressi;
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi, per le attività che si svolgono al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, compresi i centri estivi, e le relative attività di ristorazione;
  • feste comunque denominate, conseguenti e non conseguenti alle cerimonie civili o religiose, nonché eventi a queste assimilati che si svolgono al chiuso;
  • attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
  • attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati;
  • partecipazione del pubblico agli spettacoli aperti al pubblico, nonché agli eventi e alle competizioni sportivi, che si svolgono al chiuso.

Dal 1° maggio il Green pass verrà eliminato per tutte le attività, ad eccezione di RSA, hospice e reparti di degenza degli ospedali (per i quali rimarrà l’obbligo di green pass fino al 31 dicembre 2022).

 

Green pass e mascherine, cosa cambia dal primo aprile

 

Mascherine FFp2, cambiano le regole

Novità in arrivo anche per quanto riguarda le mascherine FFp2, che resteranno obbligatorie fino al 30 aprile per:

  • mezzi di trasporto (aerei, treni, autobus, servizi di noleggio con conducente, impianti di risalita);
  • spettacoli aperti al pubblico che si svolgono al chiuso o all’aperto in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali assimilati, eventi e competizioni sportive;

Dal 1 aprile, nei luoghi di lavoro, sarà sufficiente indossare mascherine chirurgiche. Lo stesso vale per i lavoratori addetti ai servizi domestici e familiari. E resta l’obbligo di mascherine al chiuso, ad esclusione delle abitazioni private.

Misure anti Covid, quarantene e isolamento

Dal 1° aprile dovrà rimanere isolato a casa solo chi ha contratto il virus. Chi ha avuto un contatto stretto con un caso positivo dovrà applicare il regime dell’autosorveglianza (mascherina FFP2 per 10 giorni dall’ultimo contatto, test alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto).


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Parliamone ;-)