Più libri più liberi, l'AIE cancella l'edizione 2020 della Fiera della piccola e media editoria

Più libri più liberi, l'AIE cancella l'edizione 2020 della Fiera della piccola e media editoria

Dopo 18 edizioni consecutive, per la prima volta dal 2002, la Fiera nazionale della piccola e media editoria Più libri più liberi, che normalmente si svolge a dicembre, quest’anno non si potrà tenere a causa del Covid-19.

“Abbiamo studiato fino all’ultimo momento utile la possibilità di poter svolgere la Fiera in sicurezza, ma ha dovuto prevalere il senso di responsabilità – spiega la presidente della Fiera Annamaria Malato. –

Non ci sono le condizioni per organizzare un evento di questa portata e complessità – con oltre 100mila presenze ogni anno, più di 500 espositori, migliaia di relatori – garantendo il distanziamento tra le persone che potrebbe essere necessario anche nei prossimi mesi. Poiché è impossibile fare previsioni di qui a 4-5 mesi, pensiamo che rinunciare sia anche un modo per tutelare i nostri espositori dal pericolo di lavorare a una rassegna che rischierebbe di dover essere poi annullata all’ultimo minuto”.

 

Più libri più liberi, annullata l'edizione 2020
Più libri più liberi, annullata l’edizione 2020

Dal’1 al 4 ottobre la festa del libro “Insieme – lettori, autori, editori”

L’Associazione Italiana Editori (AIE), che organizza fin dalla nascita Più libri più liberi, nel dare la notizia dell’annullamento dell’edizione 2020 conferma fin da oggi l’intenzione di ripartire a pieno regime nel 2021.

Più libri più liberi tornerà nel 2021 ancora più ricca di eventi e più grande di prima, sempre nella splendida Nuvola di Fuksas – afferma il presidente di AIE Ricardo Franco Levi. –

“Contemporaneamente aderiamo con vera soddisfazione e con pieno impegno a Insieme – lettori, autori, editori, la grande festa del libro promossa da Roma Capitale, la Regione Lazio ed il Centro per il libro e la lettura che si svolgerà a Roma dall’1 al 4 ottobre. Un evento speciale per un anno speciale, pensato ad hoc per la situazione che stiamo vivendo”.

“È bello sapere che in un momento così difficile proprio il libro e lettura offrano l’opportunità di fare sistema nell’interesse della collettività”, conclude Levi.

Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)