Al via oggi la Precompilata 2022, nuove regole per familiari e persone di fiducia

Precompilata 2022, da oggi possibile l’invio. Nuove regole per familiari e persone di fiducia (Fonte immagine: Pixabay)

Da oggi si parte con l’invio della Precompilata 2022. Due le opzioni per i contribuenti: convalidare il modello così com’è, confermando i dati già inseriti, oppure apportare integrazioni o modifiche prima di cliccare sul tasto “invia”. Si ricorda che per accedere alla dichiarazione precompilata occorre entrare nella propria area riservata sul sito www.agenziaentrate.gov.it con le credenziali Spid (Sistema pubblico di identità digitale), Cie (Carta d’identità elettronica) o Cns (Carta nazionale dei servizi). Per inviare il 730 c’è tempo fino al 30 settembre, mentre per il modello Redditi web la scadenza è fissata al 30 novembre.

Secondo i dati diffusi dall’Agenzia delle Entrate, sono numerosi i cittadini che hanno già visualizzato le informazioni della propria precompilata, resa disponibile in consultazione dallo scorso 23 maggio: sono infatti 2,6 milioni gli accessi effettuati nei primi 8 giorni. In testa la Lombardia, con oltre 611mila login, a seguire il Lazio (341mila accessi), il Piemonte (230mila) e il Veneto (228mila).

Tuttavia non sono mancate le segnalazioni, sulla pagina Facebook dell’Agenzia delle Entrate, da parte di cittadini alle prese con alcuni problemi tecnici, che nella giornata di oggi hanno impedito di modificare e inviare la dichiarazione ed anche di chiedere il rimborso Irpef in busta paga a luglio.

L’attivazione del sistema è stata poi annunciata dall’Agenzia delle Entrate con un post sulle pagine social.

 

 

Precompilata 2022, le novità di quest’anno

Sono oltre 1 miliardo e 200 milioni le informazioni che i cittadini hanno trovato quest’anno già inserite nella dichiarazione precompilata 2022 – afferma l’Agenzia delle Entrate.

Per la maggior parte si tratta di spese sanitarie – circa 1 miliardo di dati acquisiti – ma anche dati delle certificazioni uniche, bonifici per ristrutturazioni, spese per ristrutturazioni condominiali, interessi passivi sui mutui, spese universitarie, scolastiche e per asili nido, erogazioni liberali e molte altre.

Novità di quest’anno è la possibilità di affidare a un familiare o a un’altra persona di fiducia la gestione della propria dichiarazione,  compilando un apposito modello disponibile sul sito dell’Agenzia. In particolare, se la procura è conferita al coniuge o a un parente (o affine) entro il quarto grado, il contribuente (rappresentato) può inviare il modello anche online, tramite i servizi telematici, o via pec; se invece è conferita a un’altra persona di fiducia, occorre conferire la procura presso un ufficio (qui la Guida completa).

In tutti quei casi in cui, a causa di patologie, la persona rappresentata non può recarsi in Agenzia, la procura può essere presentata direttamente dal rappresentante, insieme a un’attestazione del medico di base del rappresentato. Novità sono previste da quest’anno anche per eredi, genitori, tutori o amministratori di sostegno.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Parliamone ;-)