caffè

Quanto costa il caffè al bar? In media 1,10 euro e con i prezzi al rialzo (fonte foto: pixabay)

Quanto costa una tazzina di caffè al bar? E quanto è rincarata? Il prezzo medio in Italia passa da 1,03 euro dello scorso anno a 1,10 euro del 2022, con un aumento dei prezzi scattato un po’ ovunque. Il costo di una tazzina di caffè al bar raggiunge (in media) anche 1,25 euro, con prezzi in aumento fino al 16% rispetto al 2021.

Le cifre vengono da un monitoraggio di Assoutenti che ha stilato una mappa dei prezzi dell’espresso nelle principali province italiane. L’associazione denuncia l’esplosione del “caro caffè”, con il classico espresso che raggiunge prezzi sempre più alti nei bar e vede rincari in alcuni casi a doppia cifra sul 2021.

Quanto può costare un caffè?

Naturalmente vale sempre il principio località che vai, prezzo che trovi. Un caffè in un chiosco di mare può costare facilmente 1,50 euro. Nei locali più esclusivi, va più su. Il dibattito sul costo della tazzina di caffè fra l’altro si è fatto abbastanza interessante anche sulla stampa, con la recente rivendicazione degli esperti per i quali bisognerebbe andare oltre il prezzo più o meno fisso della tazzina, mettere in conto che un caffè a 0,90 euro non ha margini di profitto se si considerano tutti i costi sottostanti (costi di gestione, macchinari, personale e quant’altro). La proposta sarebbe in tal caso quella di un prezzo che rispetti anche la diversa qualità del caffè e il servizio offerto (fonte: Ansa).

Nel frattempo, i consumatori rilevano che l’aumento generale dei prezzi si accompagna all’aumento anche della tazzina di caffè al bar.

«Nei mesi scorsi avevamo denunciato i primi ritocchi dei listini del caffè nei bar italiani: i numeri ufficiali confermano oggi il nostro allarme, e il trend al rialzo, che oggi sfiora una media annua del +6%, è destinato a proseguire nei prossimi mesi – dice il presidente Assoutenti Furio Truzzi – A generare i rincari da un lato il caro-bollette, che impone maggiori costi energetici agli esercenti poi scaricati sui consumatori finali attraverso i prezzi al dettaglio, dall’altro le tensioni nelle quotazioni delle materie prime, che hanno portato a rincari per beni come caffè e zucchero. A fare le spese di tale situazione sono i consumatori, considerato che in Italia si consumano ogni giorno 9,3 milioni di tazzine di espresso al bar».

Rincari, Assoutenti: la colazione al bar potrebbe arrivare a costare 3/4 euro
Rincari, Assoutenti: la colazione al bar potrebbe arrivare a costare 3/4 euro

Quanto costa il caffè al bar?

Secondo l’indagine di Assoutenti, il prezzo medio nazionale del caffè al bar è oggi di circa 1,10 euro contro 1,038 euro del 2021, con un rincaro che sfiora il 6%.

«La palma del caro-caffè spetta al Trentino Alto Adige, con i bar di Trento che vendono l’espresso consumato al banco in media a 1,25 euro, 1,24 euro a Bolzano – dice l’associazione nell’indagine – Anche a Cuneo il caffè costa 1,24 euro. In ben 3 province dell’Emilia Romagna (Ferrara, Ravenna e Reggio Emilia) l’espresso abbatte la soglia psicologica di 1,20 euro, così come in Veneto (Rovigo e Venezia), mentre a Padova e Vicenza il prezzo medio è di 1,19 euro».

Sotto la media di 1 euro a tazzina ci sono Roma (qui siamo al limite: 0,99 euro), Siracusa, Bari, Catanzaro, Reggio Calabria, Napoli e Messina.

«Il caffè più economico d’Italia – avverte Assoutenti – è quello servito dai bar di Messina (0,89 euro), seguita da Napoli, città dove l’espresso è una tradizione storica (0,90 euro) e da due province calabresi (Reggio Calabria e Catanzaro, 0,92 euro)».

La mappa del caffè stilata dall’associazione registra grandi differenze dei listini da Nord a Sud, da una città all’altra. E così il caffè a Trento costa il 40,5% in più rispetto a Messina, nonostante – sottolinea Assoutenti – si tratti sempre di un espresso realizzato allo stesso modo.

Città che vai, rincaro che trovi

Anche sulla tazzina di caffè vale l’adagio città che vai, rincaro che trovi. Anche il ritocco al rialzo dei prezzi non è infatti uniforme.

Assoutenti ha messo a confronto gli attuali listini con quelli in vigore lo scorso anno e ha scoperto che  per il caffè al bar i rincari dei prezzi sono generalizzati e raggiungono quota +16% a Pescara, +15% a Catanzaro, +13,6% a Cosenza, +13,5% ad Alessandria, +12,8% a Bari, +12,7% a Cuneo.

Solo 5 province, Napoli, Biella, Lucca, Novara e Macerata, hanno mantenuto stabile il prezzo medio del caffè, mentre in tutte le altre città italiane si registrano aumenti anche pesanti.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)