Fastweb elimina la penale per la riattivazione dei servizi di rete mobile, continua la collaborazione con AACC

Continua la collaborazione delle Associazioni Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Federconsumatori e U.Di.Con. con l’operatore Fastweb, nata per garantire trasparenza e tutela ai consumatori. In particolare, Fastweb ha deciso di eliminare la penale per la riattivazione, in caso di sospensione per mancato pagamento di servizi non soggetti a contestazione da parte dell’utente, delle offerte di rete mobile in abbonamento e con ricarica automatica.

 

Fastweb elimina la penale per la riattivazione dei servizi
Fastweb elimina la penale per la riattivazione dei servizi

A partire da oggi, dunque, l’operatore non applicherà più l’addebito previsto di 24 euro ai propri clienti, che troveranno la versione aggiornata della Carta dei Servizi di rete mobile sul sito, disponibile anche in versione digitale e interamente navigabile da qualsiasi dispositivo.

“L’eliminazione della penale per la riattivazione dei servizi nasce dunque dallo spirito di collaborazione tra le Associazioni e Fastweb – si legge nel comunicato stampa – che prosegue così sulla strada della trasparenza e dell’eliminazione di tutti i costi nascosti dalle proprie offerte e che ha deciso di venire incontro il più possibile alle esigenze dei consumatori, in un momento delicato e di particolare difficoltà per le famiglie come quello attuale”

AACC e Fastweb, il tavolo di lavoro

Il tavolo di lavoro, avviato nei mesi scorsi, ha messo a confronto le Associazioni dei Consumatori e l’operatore di telecomunicazioni anche su temi più ampi, come la revisione della documentazione contrattuale e la pubblicazione a giugno 2019 e marzo 2020 delle nuove Carte dei Servizi per la telefonia fissa e mobile, nate con l’obiettivo di rendere i consumatori ancora più informati e consapevoli dei propri diritti.

Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)