Aceto Balsamico, Federconsumatori: a rischio gli standard di un'eccellenza Made in Italy

Aceto Balsamico, Federconsumatori: a rischio gli standard di un'eccellenza Made in Italy

L’Aceto Balsamico di Modena è di nuovo sotto attacco, è quanto denunciato dal Consorzio Tutela.

“Il Governo sloveno – si legge in una nota del Consorzio – ha notificato alla Commissione Europea una norma tecnica nazionale in materia di produzione e commercializzazione degli Aceti, che cerca di trasformare la denominazione “aceto balsamico” in uno standard di prodotto”.

“Secondo la nuova norma slovena, in fase di valutazione presso la Commissione Europea, qualsiasi miscela di aceto di vino con mosto concentrato si potrà chiamare, e vendere, come ‘aceto balsamico’, afferma il Direttore del Consorzio Aceto Balsamico di Modena Federico Desimoni.

Aceto balsamico, Federconsumatori: in discussione gli standard Dop e Igp

Federconsumatori, impegnata, attraverso la sua struttura di Modena, nella tutela della qualità e dell’originalità della produzione, è intervenuta sulla questione definendo il percorso intrapreso dal governo sloveno “del tutto nuovo e improbabile”.

L’associazione spiega che le 50 aziende associate al Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP, tra cui marchi storici che operano fin dai primi del Novecento, sono obbligate ad attenersi rigidamente ai parametri di produzione che consentono di adottare questa prestigiosa denominazione.

 

aceto balsamico
Aceto balsamico

“Attraverso tale misura, il governo sloverno tenta di aggirare il sistema di tutela delle Dop e Igp – afferma Emilio Viafora, Presidente Federconsumatori. – Una norma improponibile, in netto contrasto con gli standard definiti dalla Comunità Europea, oltre che con i regolamenti che disciplinano il sistema di etichettatura e informazione del consumatore”.

“Questa misura – prosegue l’associazione – aprirebbe una strada pericolosissima a danno dell’intero sistema agroalimentare di qualità europeo, ledendo così il diritto dei consumatori ad un’informazione corretta e trasparente sui prodotti che portano in tavola”.

E conclude: “Ci uniamo all’appello rivolto da molti operatori al Governo, affinché si opponga contro questo tentativo scorretto, che danneggia consumatori e produttori, mettendo in discussione l’intero sistema di riconoscimento degli standard Dop e Igp”.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)