Il cibo made in Italy è sempre più richiesto nel mondo e la produzione sta cercando di uscire dalla classificazione di prodotto di nicchia per arrivare anche sugli scaffali della grande distribuzione estera. È in questo contesto che si è aperto ieri a Parma Cibus, il Salone internazionale dell’alimentazione, che vedrà la presenza di 2700 aziende alimentari italiane. Arriveranno a Cibus circa 10 mila operatori commerciali (dei 65 mila globali) provenienti da 115 Paesi. I Paesi “Focus” della fiera saranno: Germania, Francia, Regno Unito, Svizzera e Benelux in Europa; Stati Uniti d’America, Canada, Brasile, Giappone e Russia nel resto del mondo; un’attenzione particolare sarà riservata ai Paesi del mercato del Sud Est Asiatico “ASEAN”.
Per conquistare i mercati esteri le aziende alimentari hanno messo a punto centinaia di nuovi prodotti che verranno presentati a Cibus per la prima volta. L’aumento esponenziale dei nuovi prodotti presentati a Cibus è un altro dato che testimonia dello sviluppo della fiera che è passata dai 2100 espositori del 2010 ai 2300 espositori del 2012 per arrivare poi ai 2700 di quest’anno (Cibus è biennale). Durante la manifestazione ci saranno eventi, convegni, degustazioni e workshop, con show cooking e con la presenza dei grandi chef – Cracco, Oldani e Vissani – e di testimonial Vip, dal campione di motociclismo Jorge Lorenzo alla squadra di ciclismo NERI in partenza per il Giro d’Italia.
A Cibus ci saranno anche i Nuclei Antifrodi Carabinieri del Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari, che metteranno a disposizione di consumatori e consorzi di tutela un Desk Anticontraffazione per segnalare sospette irregolarità. I Nac presenteranno inoltre i risultati della lotta alla nuove forme di contraffazione dei prodotti agroalimentari, che si concentrano sulle violazioni alle regole su etichettatura e tracciabilità: nel 2013, ad esempio, i Nac hanno effettuato sequestri per oltre 9 mila tonnellate di prodotti agroalimentari (+34% rispetto alle 7.142 tonnellate sequestrate nel 2012) e di oltre 3 milioni di etichette/packaging irregolari (+ 431% rispetto alle oltre 634 mila sequestrate nel 2012).

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)