Domani 16 ottobre la Giornata mondiale dell'alimentazione

Domani 16 ottobre la Giornata mondiale dell'alimentazione

Coltivare, nutrire, preservare. Insieme. Le nostre azioni sono il nostro futuro”. Questo il tema che accompagna la Giornata mondiale dell’alimentazione, istituita dalla FAO, che ricorre domani 16 ottobre.

“Per migliorare la vita in modo sostenibile dobbiamo trasformare le modalità in cui il cibo viene prodotto, trasformato, commercializzato, consumato e smaltito, al fine di poter soddisfare le nostre esigenze future senza danneggiare ed esaurire la biodiversità e le altre risorse naturali da cui dipendiamo tutti”, scrive la FAO nella brochure dedicata alla Giornata.

Giornata mondiale dell’alimentazione, alcuni dati FAO

I dati della FAO sulla fame nel mondo mostrano un quadro globale preoccupante: oltre 2 miliardi di persone non hanno accesso regolare a cibo sano, nutriente e sufficiente e circa 135 milioni di persone in 55 Paesi soffrono di fame acuta e hanno bisogno urgente di cibo, nutrizione e assistenza per i mezzi di sussistenza.

Inoltre, circa l’80% delle persone estremamente povere nel mondo vive in aree rurali e la maggior parte dipende direttamente dall’agricoltura come mezzo di sussistenza.

“Se i nostri sistemi alimentari non verranno trasformati – spiega la FAO – la sottoalimentazione e la malnutrizione aumenteranno notevolmente entro il 2050. Le conseguenze potrebbero peggiorare a causa della disparità di reddito, della disoccupazione o dello scarso accesso ai servizi”.

Una giornata, dunque, volta a sensibilizzare sulle problematiche legate alle disuguaglianze e alle inefficienze che caratterizzano i nostri sistemi alimentari, le economie e le strutture di assistenza sociale.

 

 

FederBio: il biologico tutela la salute

“Quest’anno la Giornata mondiale dell’alimentazione si celebra a pochi giorni dall’assegnazione del premio Nobel per la Pace al World Food Programme dell’Onu, un riconoscimento che rappresenta un segnale etico importante anche dal punto di vista ambientale, economico e sociale – ha dichiarato Maria Grazia Mammuccini, Presidente di FederBio. – Rappresenta anche un’esortazione verso una sana e corretta alimentazione che evita gli sprechi, tesa alla conservazione della biodiversità e al sostegno ai piccoli produttori agricoli.

In occasione della Giornata mondiale dell’alimentazione, FederBio sottolinea come nel periodo attuale, segnato dall’emergenza sanitaria da Covid-19, sia ancora più evidente la profonda correlazione tra la salute dell’uomo e quella dell’ambiente.

I cittadini stessi sono oggi più sensibili alle tematiche legate al consumo di cibo e alla sostenibilità. La Federazione ha rilevato, infatti, una tendenza sempre maggiore dei consumatori a orientarsi verso quei prodotti in grado di offrire garanzie per la salute, la sostenibilità ambientale e che, al tempo stesso, rispondano a principi di equità sociale con il riconoscimento del giusto prezzo.

“Occorre una nuova visione dell’agricoltura e proprio la FAO indica l’approccio agroecologico come l’innovazione strategica che può contribuire al processo di trasformazione verso sistemi alimentari equi e sostenibili e migliorare la produzione di cibo mondiale – conclude Maria Grazia Mammuccini. –

Per le sue caratteristiche l’agroecologia rappresenta l’agricoltura del futuro, in grado di preservare il Pianeta e di nutrire il mondo”.

Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)