Il rapporto fra l’uomo e la carne. I metodi di allevamento. L’hamburger tecnologico e i flexitariani – i “vegetariani flessibili” o “semi-vegani” che ogni tanto non rinunciano alle proteine animali. La campagna Coop “Alleviamo la salute” sbarca a teatro a Milano con un evento che metterà insieme le voci di esperti e di testimonial insoliti per parlare della carne e della necessità di un consumo consapevole. La campagna, lanciata dalla Coop alla fine di aprile, è volta a ridurre fino ad eliminare l’uso di antibiotici negli allevamenti animali. 

Domani dunque a Milano (Teatro Litta, ore 17.30, ingresso libero fino a esaurimento posti) sotto forma di Tedx ci saranno gli interventi di Paolo Mieli, Philip Lymbery Ceo Compassion in World Farming, Charles Foster Università di Oxford e Federico Taddia.

Il tema? “E la chiamano carne, vizi e virtù di un alimento visto da dietro le quinte a partire dai metodi di allevamento fino a arrivare sulle nostre tavole”. Di cosa si parlerà dunque? A Paolo Mieli sarà affidato il compito di tracciare una panoramica storica del rapporto uomo carne dalla preistoria all’evoluzione di un cibo “nobile” che si interseca con le trasformazioni sociali per arrivare ai giorni nostri a una diffidenza nei confronti di questo alimento, che stando ai dati recentemente presentati del Rapporto Coop 2017 è interessato a cambiamenti radicali. Per la prima volta dal dopoguerra i consumi di carni bianche hanno infatti raggiunto in quantità quelle di carni rosse. E a fianco di vegetariani e vegani, cresce inoltre la percentuale di italiani che si dichiarano flexitariani (sono 18 milioni e rappresentano circa il 29%), ovvero di coloro che praticano un’alimentazione semi-vegana,  pro-vegetali ma non anti-carne.

Con Philip Lymbery, Ceo di Compassion in World Farming, la maggiore organizzazione non governativa per la protezione e il benessere degli animali di allevamento che si batte per mettere fine all’allevamento intensivo, torna invece dominante il tema dei metodi di allevamento, degli effetti che questi provocano sull’ambiente e per converso delle alternative possibili. Ci si interrogherà inoltre sulle ragioni per cui la carne fa paura, con lo sguardo proiettato all’hamburger tecnologico.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)