tavola di natale

Cenone 2020, pandemia e tradizione in tavola

Menu delle feste all’insegna dei piatti tipici per il cenone 2020. Che sia Natale o Capodanno, le famiglie metteranno in tavola per il cenone di quest’anno piatti a base di pesce, primi elaborati, frutta secca e panettone. Il prezzo? Dipenderà dal tipo di menu scelto.

Quello più corposo ha naturalmente costi più alti. Per il cenone di Natale si aggira sui 35 euro a persona se si porta in tavola zuppa di pesce, spigola e insalata di mare, mentre se si sceglie un menu più economico sostituendo qualche portata il prezzo si abbassa intorno ai 17 euro a persona.

Stessa oscillazione di prezzo per il cenone 2020 di Capodanno, che nel menu ricco può costare (in casa e in famiglia) intorno ai 45 euro a persona, in quello più “economico” si ferma a circa 27 euro.

 

tavola delle feste

 

Cenone 2020, feste diverse ma piatti della tradizione

A fare i conti è l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori che ha sondato tendenze e prezzi del cenone 2020 di Natale e Capodanno.

Saranno certamente feste diverse, inedite, più sobrie e più intime, considerate le restrizioni in vigore per la pandemia.

Oltre la metà delle persone sondate dall’associazione festeggeranno in casa “al minimo”, con la famiglia che condivide lo stesso tetto (fare cenoni più ampi è sconsigliato e comunque arduo da organizzare nell’Italia in zona rossa).

I preparativi però non mancano, anche perché quest’anno più che mai – osserva Federconsumatori – si tende ad anticipare le spese e a organizzare ogni dettaglio in vista delle restrizioni in vigore dal 24 dicembre.

Le feste in famiglia e a tavola, dice ancora l’associazione, sono comunque sinonimo di tradizione. E così nel menu del cenone 2020 ci saranno soprattutto piatti tipici e spesso a base di pesce. Federconsumatori ha monitorato i costi che le famiglie sosterranno per organizzare le cene della Vigilia di Natale e di Capodanno, prendendo in considerazione due tipologie di menu, sia per la cena del 24 Dicembre che per quella di Capodanno. L’associazione ha messo a confronto un cenone tradizionale e uno più economico.

Cenone di Natale

Nella cena di Natale tradizionale ci sono una serie di piatti quali insalata di mare e zuppa di pesce, spigola, frutta secca, panettone e spumante. In quella economica i piatti variano un po’ specialmente nella scelta del pesce, che vira verso alici marinate, trota e spaghetti con preparato di mare

«La spesa media per il menu “classico” della cena di Natale sarà di 35,16 euro a persona, con un incremento del +1,2% rispetto allo scorso anno – dice Federconsumatori – mentre per il menu low cost la cifra si attesterà a quota 17,21 euro a persona (il 51% in meno rispetto al menu classico), con un aumento del +1,5% rispetto al 2019».

Cenone di Capodanno

I prezzi cambiano anche per il cenone di Capodanno. Anche in questo caso, a confronto ci sono due menu, uno più corposo con insalata russa, salmone e pasta fresca, un altro più economico con tagli di pesce meno costosi, oltre a lenticchie, frutta secca, panettone e quant’altro.

«Per quanto riguarda invece il cenone di Capodanno, il menu classico – dice Federconsumatori – costerà 45,19 euro a persona (+2,9% rispetto al 2019). L’opzione più economica, invece, implicherà una spesa inferiore del 40% rispetto al menu classico: 27,22 euro a testa (+1,6% rispetto al 2019)».

 

tavola di natale
Cenoni di Natale e Capodanno, le tendenze

 

Consigli per non sprecare

Come si fa a risparmiare sul cenone 2020? Si può approfittare delle promozioni proposte in questi giorni, senza però far passare in secondo piano qualità e sicurezza.

Molto importante diventa allora fare attenzione alla quantità di cibo che si porta in tavola, sulla scia di una maggiore consapevolezza e della necessaria attenzione a evitare lo spreco alimentare.

Alcuni consigli sono sempre validi, sia per risparmiare sia per evitare gli eccessi che portano allo spreco. È importante, anche per il cenone, stilare un menu in base al quale comprare quello che è necessario; preferire la qualità alla quantità; congelare o riutilizzare gli avanzi per preparare nuove portate.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)