La contraffazione, non ci stancheremo mai di scriverlo, è un fenomeno che danneggia fortemente l’economia intera di un paese: dal fisco all’occupazione, per non parlare del consumatore che oltre ad acquistare un prodotto che non vale nulla rischia anche dei danni alla sua salute. Dare battaglia al fenomeno è un atto di estrema importanza e va fatto su diversi piani: quello dei controlli e quello della comunicazione ed educazione dei cittadini. In quest’ambito si inserisce l’importante appuntamento di venerdì prossimo a Roma: il convegno “Sorveglianza dei mercati e sicurezza dei prodotti: la lotta alla contraffazione dall’Europa alla Capitale”, organizzato da Roma Capitale e dalla Commissione europea, in collaborazione con la Guardia di Finanza, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e il Ministero per lo Sviluppo economico.
L’evento avrà luogo a Roma il prossimo 19 aprile, presso la Sala della Protomoteca del Campidoglio; i lavori saranno aperti dal vicepresidente della Commissione europea Antonio Tajani e dal sindaco di Roma Gianni Alemanno. All’iniziativa, che fa parte della campagna della Commissione europea mirata a sensibilizzare gli stakeholders e il pubblico generale ai rischi legati alla contraffazione in termini economici e di salute nonché alle azioni intraprese per prevenire e combattere il fenomeno, parteciperanno anche rappresentanti delle istituzioni italiane preposte, delle forze dell’ordine, esponenti del mondo dell’imprenditoria, esperti. Tutti possono interagire, postando i commenti, osservazioni e domande, prima durante e dopo l’evento all’account del Vicepresidente Antonio Tajani @AntonioTajaniEU oppure all’account della Rappresentanza @EUropainitalia, utilizzando l’hashtag #contraffazione.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)