Ikea, la multinazionale dell’arredamento low cost, continua a far parlare di sé per un altro allarme alimentare. Sotto accusa ci sono di nuovo le famose polpette svedesi, già coinvolte nello scandalo della carne di cavallo. Questa volta Ikea ha dovuto ritirarle dai suoi ristoranti in Francia dopo che alcune persone si sono sentite male.
Si tratta di 5 persone che avevano pranzato nel ristorante del negozio di Lisses, vicino Parigi, avendo mangiato le polpette. Sono finite in ospedale con sintomi sospetti di avvelenamento alimentare. Le persone sono state dimesse in giornata (venerdì scorso) e l’azienda ha precisato che il ritiro del prodotto è precauzionale.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)