Capitaneria di Porto in azione contro il commercio abusivo di prodotti ittici. Presso un deposito di un’azienda locale, attiva nell’ambito del mercato ittico di Volla (Napoli), sono stati sequestrati numerosi esemplari di pesce spada sotto misura, del peso complessivo di circa 140 kg, in procinto di essere immessi illegalmente in commercio.
A renderlo noto è il Ministero delle Politiche agricole, che spiega come l’attività si inserisca in un’ampia azione di monitoraggio della filiera di commercializzazione dei prodotti ittici, avviata nelle ultime settimane dalla Capitaneria di Porto di Napoli presso mercati ittici, esercizi commerciali di vendita al dettaglio e all’ingrosso. Tale azione “ha portato complessivamente al sequestro di circa una tonnellata e mezza sia di specie ittiche assoggettate a particolare tutela del legislatore (tonno rosso, pesce spada e ricci di mare) che di altre specie ittiche sotto misura o risultate in pessime condizioni igienico/sanitarie e prive di tracciabilità”.
Altra operazione è “Pesca di Primavera”, che si è svolta a Ravenna: qui la Capitaneria di Porto ha fatto 150 controlli, circa 40mila euro di sanzioni pecuniarie inflitte, con tre persone denunciate all’Autorità Giudiziaria per frode in commercio e circa 200 attrezzi da posta sequestrati. L’attività di controllo  ha portato, inoltre, al sequestro complessivo di circa 1 tonnellata di prodotto, pronta ad essere immessa sul mercato in assenza della prevista documentazione a tutela del consumatore e in procinto di essere commercializzata senza essere sottoposta a tutti i dovuti controlli sanitari.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)