Si rischia il caro prezzi su frutta e verdura. “Il maltempo degli ultimi giorni rischia di avere pesanti ripercussioni per le tasche degli italiani”, denuncia il Codacons dopo l’allarme lanciato dai coltivatori circa i danni subiti dal settore dell’agricoltura a causa della distruzione di campi e coltivazioni.

“Nelle prossime settimane assisteremo ad una forte riduzione delle produzioni nel settore ortofrutticolo, con effetti diretti sui listini al dettaglio – spiega il presidente Carlo Rienzi – Il rischio concreto, quindi, è un sensibile incremento dei prezzi di frutta e verdura a discapito delle tasche dei consumatori, cui potrebbero associarsi fenomeni speculativi che vanno prevenuti. Come già accaduto in passato, nei vari passaggi di filiera possono annidarsi speculazioni che portano a rialzi dei prezzi anche per quei prodotti che non sono stati coinvolti dal maltempo, perché di origine straniera o raccolti prima che pioggia e allagamenti distruggessero le coltivazioni – prosegue Rienzi – Per tale motivo vigileremo con la massima attenzione sull’andamento dei listini al dettaglio, ed invitiamo il Governo ad attivarsi per evitare che con la scusa del maltempo siano attuate speculazioni sui prezzi in Italia. In tal senso ci chiediamo che fine abbia fatto il Garante per la sorveglianza dei prezzi, meglio noto come “Mister Prezzi”, che avrebbe proprio il compito di intervenire per arginare i fenomeni speculativi”.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)