Da oggi il Ministero dell’Ambiente è “plastic free”. Niente più bottigliette di acqua minerale nei distributori ma erogatori di acqua fredda o frizzante, bicchierini di carta per il caffè al posto di quelli in plastica, borracce in alluminio ai dipendenti per bere l’acqua alla scrivania. Queste alcune delle misure che il Ministero attua da oggi nell’ambito della campagna #Iosonoambiente, che punta l’attenzione sulla lotta alla plastica, specialmente quella monouso.

Il Ministero dell’Ambiente si è finalmente liberato dalla plastica monouso – dice il ministro Sergio Costa – Un segnale importante, che come avevo annunciato arriva simbolicamente oggi, 4 ottobre, giornata dedicata a San Francesco, patrono d’Italia e dell’ecologia. Fin dai primi giorni del mio mandato avevo avviato le azioni necessarie per rendere il Dicastero ‘plastic free’ e sono contento che molte istituzioni e aziende abbiano annunciato già la loro adesione, dalla Camera dei Deputati al Ministero dello Sviluppo Economico, dall’Università di Foggia al Cnr Irsa, ai tanti piccoli Comuni del nostro Paese. Insieme ce la possiamo fare a liberarci dalla plastica monouso, ognuno deve fare la propria parte”.

Plastica monouso al bando, dunque. Via dai distributori le bottiglie di plastica, sono state installati  erogatori di acqua naturale o frizzante, anche refrigerata. Ai dipendenti sono state date borracce in alluminio riciclato per bere alla scrivania, mentre nei distributori di bevande calde i bicchieri di plastica sono stati sostituiti con quelli di carta e le paline per girare il caffè non sono più di plastica ma di legno. Il Ministero ha poi promosso campagne di sensibilizzazione per i cittadini e corsi di aggiornamento professionale per gli operatori della comunicazione. Eliminati i prodotti monouso anche nell’asilo nido del Ministero. A partire dal 1° ottobre 2018, inoltre, i distributori di bibite e alimenti non offrono più prodotti confezionati con plastiche monouso, fatta eccezione per le esigenze di confezionamento dei prodotti alimentari richieste dalla legge.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)