finanza e sostenibilità

Unicredit crea team per sostenere investimenti green

UniCredit ha annunciato oggi la costituzione di un Sustainable Finance Advisory Team, una mossa che consentirà alla banca di coniugare la propria expertise nel campo della sostenibilità con quella relativa ai mercati dei capitali al fine di approfondire il dialogo con i clienti su argomenti ambientali, sociali e di governance (ESG) e facilitarne l’accesso al mercato europeo dei finanziamenti “green”. 

Il nuovo team sarà diretto da Antonio Keglevich, in qualità di Global Head of Sustainable Finance Advisory, a riporto di Goffredo Guizzardi e Christian Reusch, Co-responsabili di Global Finance & Advisory. 

Il team per la sostenibilità

Il Sustainable Finance Advisory Team, parte del Corporate & Investment Banking di UniCredit e pienamente integrato all’interno del Gruppo, fornirà consulenza ai clienti riguardo a strategie di transizione da prodotti tradizionali (“brown”) a “green”, promuovendo l’opportunità di finanziamenti ESG presso imprese, istituzioni finanziarie, enti e agenzie pubbliche lungo l’intera catena del valore. 

Il team lavorerà a fianco dell’attuale Equator Principles Advisory Team di UniCredit. Nel 2003 UniCredit è stato tra i primi gruppi al mondo ad adottare i dieci principi cosiddetti “Equator Principles”, un quadro di riferimento per la gestione del rischio volto a stabilire, valutare e gestire il rischio ambientale e sociale dei progetti. Da allora il Gruppo ha contribuito attivamente allo sviluppo di tale quadro di riferimento. Entrambi i team opereranno in sintonia per definire categorie di progetti idonei. 

 

unicredit
Unicredit, sede di Milano

Sostenibilità e finanza, il mercato del futuro

Nel commentare la costituzione del nuovo team, Richard Burton, Head of Corporate & Investment Banking di UniCredit, ha dichiarato: “Negli ultimi anni la crescita sostenibile e le modalità per raggiungerla sono diventate una preoccupazione primaria di investitori, istituzioni e imprese di tutto il mondo. Le banche hanno un ruolo sempre più importante in questa dialettica e l’annuncio odierno sottolinea il costante impegno di UniCredit a offrire soluzioni innovative alla nostra estesa rete di clienti”. 

Antonio Keglevich, Global Head of Sustainable Finance Advisory, ha aggiunto: “Il mercato delle obbligazioni e dei crediti “green” è avviato a stabilire un record annuale di nuove emissioni per effetto della positiva pressione esercitata dagli investitori ad aumentare gli impieghi sostenibili e mitigare il cambiamento climatico. Siamo decisi a incontrare questa nuova classe di borrower e la costituzione di questo nuovo team è un passo concreto in questa direzione”. 

UniCredit ha oltre un decennio di esperienza nei finanziamenti “green”, da quando nel 2007 fu lead manager nella prima obbligazione “green” portata sul mercato dalla Banca Europea degli Investimenti. 

Nel 2018 UniCredit è stato joint bookrunner o joint arranger di 16 obbligazioni “green” e sostenibili per un importo collocato di quasi 13 miliardi in totale. Sul fronte degli impieghi la banca ha ricoperto un ruolo di primo piano in sette linee di credito revolving legate alla sostenibilità l’anno scorso, prendendo parte a 11 transazioni per un totale di 18,7 miliardi di euro.

Parliamone ;-)