C’è tempo fino al 31 luglio per votare #laspiaggiapiùbella e farla entrare nella top ten de “La più bella sei tu”, la classifica delle spiagge italiane più affascinanti stilata da Legambiente per questa estate. La graduatoria della bellezza balneare sarà poi presentata ufficialmente il 17 agosto a Festambiente, il festival nazionale di Legambiente che si terrà a Rispescia.
L’invito, rivolto a tutti, è di scegliere e segnalare attraverso il sito internet (www.legambiente.it/lapiubella) e i social network qual è la spiaggia più bella d’Italia, un litorale speciale che si conosce o si vorrebbe conoscere, ancora incontaminato, lambito da acque pulite e circondato di tesori paesaggistici. “L’Italia è un paese ricco di splendore, con spiagge e lidi – afferma Angelo Gentili, responsabile nazionale di Legambiente Turismo – di rara bellezza che rappresentano il nostro patrimonio più prezioso insieme ai paesaggi, le risorse naturali, l’arte, la cultura, le tradizioni, il cibo e le eccellenze enogastronomiche. Tutte qualità tenute insieme dal filo della Bellezza, il tema a cui abbiamo voluto dedicare quest’anno la nostra Festambiente. Anche il 17 agosto, tra gli eventi del Festival, abbiamo invitato a svelare la classifica delle migliori 10 spiagge proprio il Ministro dei beni culturali Bray insieme alle località a 5 vele della Guida Blu”.
Insieme al nome della spiaggia Legambiente invita anche dare una motivazione sulla scelta fatta che indichi il perché è bella. Le spiagge segnalate saranno valutate una a una, incrociando anche i dati raccolti dall’associazione con la Guida Blu 2013 e infine ne saranno scelte dieci da una giuria di esperti di Legambiente.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)