Sono 30 i progetti italiani selezionati per il programma LIFE per i quali la Commissione europea ha stanziato un totale di 73,5 milioni. Tra le iniziative celte c’è davvero di tutto: dalla riduzione dei rifiuti legati alle partite di calcio (4 tonnellate in media per ogni match Uefa) al car sharing elettrico per centri urbani di medie dimensioni in Lombardia, dalla tutela della biodiversità nei terreni agricoli abbandonati nell’Agro Pontino alle infrastrutture per facilitare il deflusso delle acque nei casi sempre più frequenti di precipitazioni estreme in Sicilia.

I fondi saranno così distribuiti: 17,7 milioni per 7 progetti su natura e biodiversità, 17 milioni per 7 progetti sull’efficienza delle risorse, 11,6 milioni per 6 proposte sulla governance dell’ambiente, 8,2 milioni per 4 progetti per l’adattamento ai cambiamenti climatici e 17 mln per 5 progetti per contrastarli, 2,1 mln per un progetto sulla governance del clima.

In totale, il programma LIFE prevede un pacchetto di investimenti di 243 milioni di euro del bilancio per la transizione dell’Europa a un futuro più sostenibile e a basse emissioni di carbonio, a tutto vantaggio della protezione della natura, dell’ambiente e della qualità della vita.

Il programma LIFE”, dichiara Karmenu Vella, Commissario responsabile per l’Ambiente, gli affari marittimi e la pesca, “continua a investire in progetti che migliorano la nostra qualità di vita, l’ambiente e la natura, aiutando molti europei di talento a trovare soluzioni ad alcuni dei maggiori problemi ambientali che oggi ci preoccupano: l’inquinamento atmosferico, la scarsità d’acqua, i rifiuti di plastica, la perdita di biodiversità e di risorse. E continua a farlo con un rapporto ottimale costi/benefici.”

Un finanziamento di 196,2 milioni di euro sarà destinato a progetti riguardanti tre ambiti: ambiente e uso efficiente delle risorse, natura e biodiversità, governance e informazione in materia di ambiente.

Una grossa fetta di questo importo finanzierà progetti che consentiranno di riutilizzare maggiori quantità di plastica: trasformare questo tipo di rifiuti in materie prime di qualità per l’industria automobilistica, l’edilizia e il settore dell’imballaggio è solo uno dei modi in cui il programma LIFE concorre a realizzare nella pratica gli obiettivi indicati dalla Commissione europea nella strategia europea per la plastica nell’economia circolare.

Questi progetti innovativi dimostrano il valore aggiunto della cooperazione europea. Sviluppando e condividendo le soluzioni migliori per ridurre le emissioni e aumentare la resilienza ai cambiamenti climatici, sostengono l’attuazione del quadro 2030 per il clima e l’energia in tutta l’UE”, afferma Miguel Arias Cañete, Commissario per l’Azione per il clima e l’energia.

LIFE continua a essere una delle iniziative di punta per accrescere la consapevolezza del valore dei servizi ecosistemici che la natura ci offre e per conservare gli habitat e le specie minacciate. Dalla riduzione dei conflitti tra l’uomo e la fauna in Grecia, Italia, Romania e Spagna alla promozione di pratiche agricole sostenibili in Italia, Malta e Spagna, i molti progetti LIFE per la conservazione della natura contribuiranno ad attuare il piano d’azione dell’UE per la natura.

La dotazione finanziaria per il periodo 2014–2020 è fissata a 3,4 miliardi di euro a prezzi correnti e comprende un sottoprogramma Ambiente e un sottoprogramma Azione per il clima; per il prossimo bilancio a lungo termine dell’UE 2021-2027, la Commissione propone di aumentarne il finanziamento di quasi il 60 %.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)