Niente Election Day con l’accorpamento di referendum sulle trivelle ed elezioni amministrative. Il referendum si farà come previsto il 17 aprile. Il Tar del Lazio ha infatti respinto la richiesta dei Radicali, che avevano accusato il Governo di  boicottare il referendum sulle trivelle, violando il diritto alla corretta informazione dei cittadini e limitando gli spazi di informazione, e avevano chiesto di rinviare il voto referendario, previsto per domenica 17 aprile, accorpandolo con le prossime elezioni amministrative. Respinta anche la richiesta del Codacons, per la quale la mancata unificazione di referendum e amministrative produrrà un danno economico per le tasche dei contribuenti stimato in oltre 300 milioni di euro. Per il Tar “non appaiono ravvisabili elementi sufficienti a rivelare l’irragionevolezza e/o illogicità della scelta della data del 17 aprile 2016”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)