I comuni italiani accettano la sfida dell’Agenda 2030 e chiedono un’Agenda Urbana Nazionale. Sul sito di ASviS (www.asvis.it) è stata infatti pubblicata la proposta di documento “L’Agenda per lo sviluppo urbano sostenibile. Obiettivi e proposte” del gruppo di lavoro sul goal 11 relativo alla città e di Urban@it, il Centro nazionale di studi per le politiche urbane. Il documento prevede che l’Agenda Urbana Nazionale sia basata sui 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda Onu 2030 e su specifici target quantitativi individuati per le aree urbane provvisti di un sistema di monitoraggio.

Di quanto dovrà ridursi il consumo di suolo per raggiungere l’obiettivo europeo dell’azzeramento nel 2050? Di quanto dovrà essere incrementato il verde urbano per migliorare l’ambiente e la resilienza ai cambiamenti climatici? Di quanto dovranno cambiare le modalità di trasporto? Cosa bisogna fare per far rientrare la depurazione delle acque e il trattamento dei rifiuti entro i parametri europei? E per rispettare l’obiettivo della COP 21 di Parigi in materia di emissioni di C02, di efficienza energetica e di produzione di energia da fonti rinnovabili? Sono solo alcuni dei quesiti ai quali, per la prima volta, vengono associati obiettivi specifici da raggiungere in tempi definiti: 2020, 2025 o 2030.

La Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile per essere attuata non potrà, infatti, fare a meno delle città perché nelle aree urbane vive l’80% della popolazione, gente che quotidianamente fa i conti con tutte le sfide dello sviluppo sostenibile: occupazione, povertà, abitazioni, accoglienza dei migranti e dei rifugiati, uguaglianza di genere, salute e benessere, sicurezza, crescita digitale, cultura, istruzione e ricerca. Per questo ASviS e da Urban@.it, nel documento prevedono le azioni necessarie per raggiungere gli obiettivi valutando il percorso di avvicinamento agli stessi.

Il testo della proposta verrà ora sottoposto alla consultazione pubblica che si concluderà il 10 settembre 2017. Per partecipare occorre inviare il proprio contributo, preferibilmente di non più di 15.000 battute, all’indirizzo e-mail redazioneweb@asvis.it. 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)