Il prossimo 2 giugno si festeggia la decima edizione di Voler Bene all’Italia, la giornata nazionale dei piccoli comuni, organizzata da Legambiente insieme a un vasto comitato promotore che tiene insieme oltre 50 sigle di realtà territoriali e con l’adesione del presidente della Repubblica. Per l’occasione i borghi italiani apriranno le loro porte ai visitatori per una giornata speciale, dedicata ai beni culturali, le tradizioni locali, la bellezza del territorio e la sua storia, ai prodotti di qualità e alla buona gestione delle risorse territoriali.
Il venerdì che precede la festa, invece, è dedicato al protagonismo delle scuole in quanto presidi vitali per la qualità della vita delle comunità dei piccoli comuni. Per festeggiare il decennale, oltre al  consueto invito a farsi promotrici di iniziative di valorizzazione del territorio, l’associazione ha proposto agli istituti dei piccoli comuni di partecipare a un concorso “culinario”, scegliendo e inviando la ricetta che, secondo i ragazzi, meglio racconta il loro territorio.
Su 25 ricette provenienti da scuole di tutta Italia e votate su facebook sono risultate vincitrici la cassata di Oplonti (scuola di Torre Annunziata, Napoli) con ricotta di bufala campana, albicocca del Vesuvio, fichi del Cilento e noci di Sorrento; la pasta con i masculini e finocchiu rizzu, cioè con alici e finocchietto selvatico (scuola del borgo di Ognina, Catania); gli gnocchi di farina al sugo finto, con olio extra vergine e formaggio pecorino (scuola di Maenza, Latina); le lasagne ai carciofi (Scuola di Maddaloni, Caserta); l’ansente at melia, cioè un pane dolce a base di farina di frumento e farina di mais (Scuola di Mazze’, Torino).

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)