Luci e ombre nella sanità del Lazio secondo una rilevazione del Movimento Difesa del Cittadino su 10 Asl di Roma, realizzata nei mesi di febbraio e marzo 2005 per verificare l’efficienza delle strutture sanitarie nella prima fase di contatto con il cittadino.

Per quanto riguarda le file agli sportelli è emersa una situazione positiva: nel 90% dei casi è presente un sistema automatico di attesa ed è possibile prenotare tramite un numero verde. Solo nell’8% dei casi le attese superano i 30 minuti, mentre nel 62% oltre la metà degli sportelli risulta attiva.

Difficile, invece, reperire informazioni dagli addetti, assenti in oltre il 65% dei casi, e presentare reclami: nell’80% dei casi manca un ufficio dedicato. In particolare, sono le persone anziane le più disorientate, poiché, non avendo confidenza con la tecnologia, non ricevono risposte a domande concrete.

"Rimane comunque pesante l’eredità lasciata da Storace a Marrazzo. – ha dichiarato Antonio Longo, Presidente dell’Associazione – soprattutto se si considera il quadro sconfortante di una sanità regionale con un bilancio ancora in nero, una spesa farmaceutica in esubero e lunghe liste di attesa".

Clicca qui per scaricare l’indagine


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)