Secondo il Libro Verde 1 bambino su 4 nell’Europa a 25 è sovrappeso o obeso. I livelli di obesità variano da paese a paese: Spagna, Portogallo e Italia hanno un tasso di obesità del 30% nei bambini dai 7 agli 11 anni. La maggiore tendenza all’incremento di obesità e sovrappeso infantile si registra in Inghilterra e in Polonia. Le cause di questa preoccupante tendenza sono legate ad uno stile di vita sedentario, e all’utilizzo di alimenti ad elevato valore calorico e poveri di fibre o micronutrienti. Il consumo di frutta e verdura diventa dunque, in questo contesto, uno degli elementi chiave per regolare uno stile alimentare troppo ricco di calorie. Nasce da queste premesse logo e pay off della campagna CSO.

Il Progetto, cofinanziato da Unione Europea -Agea e CSO per un valore complessivo di 4 milioni di euro in tre anni rappresenta una importante occasione per l’Italia di comunicare e promuovere i valori della frutta in Europa. Il Programma si rivolge a bambini e adolescenti ed è stato ideato con l’obiettivo strategico di avviare una comunicazione dedicata alla frutta che faccia leva sugli aspetti piacevoli, gioiosi e giocosi del consumo evitando gli standard di linguaggio con associazioni di pensiero costantemente negative.

Il Progetto, in linea con il Libro Verde pubblicato dalla Commissione Europeanel dicembre scorso, si colloca nell’ambito delle iniziative messe in atto dall’Unione stessa per promuovere un regime alimentare e uno stile di vita salutare allo scopo di prevenire sovrappeso, obesità e malattie croniche nei cittadini europei.

Il filo conduttore delle iniziative promozionali sarà proprio quello della "fruitness" vale a dire del benessere, della forza e della piacevolezza legata al consumo di frutta e, trattandosi di un target bambini, il concetto di "Fruitness" sarà incarnato da un supereroe "Mr Fruitness" appunto che, animerà con le sue avventure un videogame distribuito come cd – gadget nei punti vendita delle catene aderenti all’iniziativa in Germania, Austria, Polonia, Inghilterra e Svezia.

Oltre al video game, i punti vendita saranno animati da promoter, totem a tutta altezza di Mr Fruitness, pieghevoli informativi e, non mancherà il sito web www.fruitness.eu. Il personaggio e i materiali di comunicazione sul punto vendita sono stati giudicati ed avvallati dai protagonisti della campagna stessa: i bambini. Un panel test di 50 bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni, ha valutato e giudicato le ipotesi di personaggio presentate offrendo interessanti spunti creativi.

Un comitato scientifico e un comitato creativo hanno giudicato i materiali di comunicazionetenendo conto anche delle differenze di sensibilità dei bambini nei vari paesi europei. Le prime promozioni coinvolgeranno le pesche e nettarine in estate.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)