"I cittadini dell’Emilia Romagna preferiscono i prodotti agroalimentari tradizionali e biologici". E’ quanto emerge dalla raccolta firme promossa dalla Coldiretti dell’Emilia Romagna sul territorio regionale per sostenere l’uso di prodotti tipici del territorio e biologici nei servizi di ristorazione collettiva, secondo quando prevede la legge regionale 29/2002, e per chiedere l’indicazione obbligatoria dell’origine del pomodoro usato per la passata.

"In pochissimi giorni – spiega la Coldiretti – sono state raccolte 15 mila firme, che vanno ad affiancarsi alle oltre 25 mila firme che nelle scorse settimane la confederazione aveva consegnato al ministro Alemanno a sostegno della modifica del disciplinare di produzione del parmigiano reggiano.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)